Itinerario Monte Collerin e Canale delle Capre, Pian della Mussa, Valli di Lanzo

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura Collerin Pian della Mussa
Apertura Collerin Pian della Mussa

INIZIO ESCURSIONE: Da Pian della Mussa, provincia di Torino (Quota 1800m)
ACCESSO: da Torino uscita tangenziale Venaria, seguire le indicazioni Ala di Stura, Pian della Mussa. Dopo Ala di Stura, si incontra Mondrone, Balme e quindi seguire la strada fino al suo termine al Pian della Mussa.
DISLIVELLO: 1700 metri circa
DIFFICOLTA’: OSA (Ottimi sciatori o snowboarder alpinisti)
TEMPO: 3-4 ore per la salita
PERIODO CONSIGLIATO: Aprile-Maggio, quando viene aperta la strada del Pian della Mussa
ATTREZZATURA: Attrezzatura da scialpinismo o snowboard alpinismo, ramponi, eventualmente piccozza.
CARTOGRAFIA: Istituto Geografico Centrale - Carta dei sentieri e dei rifugi scala 1:50.000 n. 2 Valli di Lanzo e Moncenisio
INDIRIZZI UTILI: 118, Soccorso Alpino, www.cnsas.it, www.turismovallidilanzo.it Rifugio Gastaldi, Rifugio Ciriè

Descrizione Itinerario Monte Collerin

Il Monte Collerin, abbinato alla discesa del Canale delle Capre (eventualmente anche alla salita) è una delle classiche scialpinistiche delle Valli di Lanzo. Dalla fine della strada del Pian della Mussa, anzichè salire al Rifugio Ciriè, prendere a sinistra la strada sterrata che attraversando un ponte, porta ad una baita e a un grosso masso. Da qui si può salire prendendo il sentiero estivo per il rifugio Gastaldi, o sulla neve del Canale delle Capre. In questo itinerario siamo saliti dal sentiero estivo per poi scendere dal Canale delle Capre.

Nella salita sul sentiero estivo, si possono trovare dei tratti ghiacciati, quindi attenzione ed eventualmente calzare i ramponi. Quando si percorre il pendio della ex teleferica che porta al rifugio Gastaldi, piegare a destra a quota 2100 metri e dopo qualche traverso alternato a pendio ripido, si accede a Pian Gias, un tratto pianeggiante che apre la visuale su Uja di Ciamarella, Piccola Ciamarella, Cialanson e in fondo si vede il Canale del Passo Collerin.
Si piega a destra per risalire il ghiacciaio del Collerin, che diventa sempre più ripido e sulla sinistra si inizia a vedere il Monte Collerin. Si sale in direzione del Colle Chalanson (Quota 3316m), senza raggiungerlo ma piegando a sinistra si risale l'ampio pendio che porta alla Sella dell'Albaron, quindi traversare a sinistra e con un breve tratto di cresta, in cui possono essere utili i ramponi, salire in vetta al Monte Collerin, identificato da un statuetta della Madonna.

In discesa seguire l’itinerario di salita fino a quota 2600 metri. Da qui o seguire a ritroso l’itinerario di salita, oppure piegare a sinistra fino ad imboccare lo stretto passaggio del Canale delle Capre. Il canale è incassato tra le rocce, poi si allarga pur avendo una bella pendenza. Valutare la consistenza della neve, visto che sotto scorre il torrente. Usciti dal Canale delle Capre ci si trova in prossimità della baita e del ponticello, da qui ritornare al Pian della Mussa.

  • Snowboarder, corridore di montagna, autore per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it e bici.news. In passato collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999, collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000. Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD e MONTAGNARD FREE PRESS dal 2002 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT nel 2006. Collaboratore della rivista ALP dal 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti