Itinerari Sci e Snowboard Alpinismo – Punta Chaligne (quota 2607 m) da Buthier/Gorrey (AO)

Di GIANCARLO COSTA ,

15 in discesa dalla Punta Chaligne
15 in discesa dalla Punta Chaligne

INIZIO ESCURSIONE: da Buthier/Gorrey (quota 1352 m) oppure fine strada a quota 1523 metri circa.

ACCESSO: Per arrivare a Buthier, prendere l’autostrada A5 Torino-Aosta, uscire ad Aosta Est, prendere la statale 27 in direzione del Traforo del Gran San Bernardo, superato il bivio per Gignod e la Valpelline, dopo qualche tornante c'è la deviazione a sinistra per Buthier. Si può partire dal paese se i prati sono ben innevati, oppure salire con la strada pulita fino a quota 1523 metri circa, dove c'è uno slargo per far manovra e parcheggiare.

DISLIVELLO: 1255 o 1070 metri circa, dipende dal luogo di partenza.

DIFFICOLTA: MSA (medi sciatori e snowboarder alpinisti) fino a quota 2400 metri, da qui alla punta diventa ripido e BSA

TEMPO: 2-2h30’ per la salita

PERIODO CONSIGLIATO da Dicembre ad Aprile

ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo

CARTOGRAFIA: IGC n° 4 1:50000

DESCRIZIONE ITINERARIO

Questo è un itinerario abbastanza battuto, vista la vicinanza con la città di Aosta, buona palestra anche per i principianti, tranne che per la parte finale, gli ultimi 200 metri di dislivello, in cui le pendenze cambiano decisamente e bisogna saper valutare il pendio nevoso ed eventualmente usare rampant o salire a piedi con i ramponi quando il fondo è gelato. Si parte da Buthier/Gorrey o dal fine strada a quota 1500 metri circa, seguendo i prati, la strada interpoderale e superando una serie di dossi, per raggiungere il Rifugio Chaligne a quota 1936 metri. Superarlo e risalire il bosco in direzione della Punta Chaligne, quindi raggiungere il pianoro dell'Alpe Tsa de Chaligne, a quota 2225 metri. Piegare verso sinistra, aggirando i ripidi pendii della vetta, che sono sempre a rischio slavina. Dalla spalla, a seconda delle condizioni, attraversare il pendio in direzione del Col de Metz, quindi salire lungo la cresta fino alla Punta Chaligne, oppure risalire direttamente il pendio a piedi per raggiungere la croce di vetta.

In discesa seguire l'itinerario di salita al contrario.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti