Itinerari sci e snowboard-alpinismo - Itinerario Testa del Rutor (3486 m) da Bonne (Valgrisenche AO)

Di GIANCARLO COSTA ,

18 L'uscita del canale che porta alla Testa del Rutor
18 L'uscita del canale che porta alla Testa del Rutor

INIZIO ESCURSIONE: Bonne (1810 m)

ACCESSO: Per arrivare a Bonne da Aosta, risalire la strada statale in direzione di Courmayeur fino ad Arvier, quindi svoltare a sinistra e proseguire per la Valgrisenche. Risalire tutta la valle, oltrepassare la barriera della diga di Beauregard e parcheggiare nell’abitato di Bonne.

DISLIVELLO: 1676 metri

DIFFICOLTA’: buon sciatore o snowboarder-alpinista

TEMPO: 3 ore per la salita circa

PERIODO CONSIGLIATO: da marzo a maggio

ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo

INDIRIZZI UTILI:

Soccorso Alpino 118

DESCRIZIONE ITINERARIO

Risalire la Valgrisenche fino a Bonne (quota 1810 m), parcheggiare ed iniziare l’escursione. Risalire il bosco e poi portarsi al colle visibile dall'uscita del bosco. Continuare in diagonale proseguendo verso il vallone dell'Arp Vieille (dal quale si può arrivare se la strada è pulita è si può parcheggiare oltre Bonne). Risalire la ripida dorsale che porta ad un colletto in corrispondenza del Rifugio degli Angeli a quota 2912 metri (ex Scavarda). Da qui risalire il Ghiacciaio di Morion mantenendosi a sinistra risalirlo con ripidi diagonali fino ad arrivare sotto la verticale della Testa del Rutor. Gli ultimi 150 metri di dislivello, si risalgono a piedi (con i ramponi se necessario) dopo aver messo gli sci sullo zaino.

In discesa seguire l'itinerario di salita al contrario, con il ripido canale iniziale in cui bisogna controllare bene la situazione.

Organizzandosi con le autovetture, si può prevedere anche la discesa su Planaval, quindi bisogna scendere sul Ghiacciaio del Rutor per 200 m di dislivello circa, in seguito raggiungere la stretta bocchetta di quota 3279m con solo una breve risalita di 20 m circa dal Ghiacciaio del Rutor, compresa fra il Monte Chateau Blanc e il Monte Doravidi e da qui si può scendere direttamente verso Planaval.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti