Itinerari Sci e Snowboard Alpinismo – Costa Champorcher (quota 2600 metri), Saint Barthelemy (AO)

Di GIANCARLO COSTA ,

Itinerario Costa Champorcher - Saint Barthelemy
Itinerario Costa Champorcher - Saint Barthelemy

INIZIO ESCURSIONE: Da Lignan o dal centro di fondo Praz de L'Arp

ACCESSO: Per arrivare a Saint Barthelemy, prendere l’autostrada A5 Torino-Aosta, uscire a Nus, quindi risalire la strada che porta a Lignan, dove c'è Osservatorio Astronomico e le piste di fondo.

Si può partire da Lignan, oppure se c'è carenza di neve, proseguire fino al centro di sci di fondo di Praz de l'Arp, parcheggiare ed iniziare l'escursione.

DISLIVELLO: 1000 metri se si parte da Lignan, o 700 da Praz de l'Arp.

DIFFICOLTA': MSA (medi sciatori e snowboarder alpinisti)

TEMPO: 1h30’-2h per la salita

PERIODO CONSIGLIATO da Dicembre a Marzo

ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo

DESCRIZIONE ITINERARIO

Questo è un itinerario che regala un bel panorama in vetta e una bella discesa nella parte alta. Partendo dal centro di sci di fondo di Praz de l'Arp, dove finisce la strada e si parcheggia l'auto, seguire la poderale innevata per Tza Fontaney. Al'uscita del bosco si vede chiaramente la lunga baita di Tza Fontanei (quota 2307 m). Anzichè proseguire sulla destra per il classico col Chaleby, risalire l'ampio canale con a sinistra la Costa Champorcher. Dopo la baita la pendenza della salita aumenta fino alla vetta effimera circa a quota 2600 metri, dove il panorama è a 360° sulle montagne della Valle d'Aosta. Iniziare la discesa nel canale, poi alla baita si può scendere per il percorso di salita, oppure prendere a sinistra per un divertente boschetto che porta comunque sulla parte finale delle piste di fondo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti