Italia terza e Pellegrino quarto nelle Sprint di Coppa del Mondo di Dobbiaco

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio Team Sprint di Dobbiaco(foto fisi)
Podio Team Sprint di Dobbiaco(foto fisi)

Due giorni di gare di Coppa del Mondo a Dobbiaco, con una Sprint individuale e una Team Sprint per nazioni.

Sprint Individuale

Federico Pellegrino ottiene il quarto posto nella Sprint Individuale di Dobbiaco, disputata sabato. Ottimamente passato ai quarti e in semifinale, sempre conducendo le proprie batterie, il valdostano delle Fiamme Oro è stato superato da vincitore norvegese Sindre Skar, 2° l'americano Simeon Hamilton e 3° l'altro norvegese Johannes Klaebo. L'altro azzurro approdato ai turni di finale, Simone Urbani, era invece uscito ai quarti.
La gara femminile è andata alla russa Natalia Matveeva, che ha superato la norvegese Maiken Falla 2a e la svedese Hanna Falk 3a. Fuori ai quarti le azzurre Ilaria Debertolis, Debora Roncari, Gaia Vuerich e Greta Laurent.

Team Sprint

La Team Sprint di domenica è stata una gara tattica, con le nazioni migliori racchiuse in pochi decimi di secondi e con le “sportellate” che si sono sprecate, coinvolgendo il nostro alfiere Federico Pellegrino. In coppia con Dietmar Noeckler, entrambi delle Fiamme Oro, conquistano per l’Italia un ottimo terzo posto, superati solo dal Canada e da Svezia 1, rispettivamente con Alex Harvey e Oskar Svensson. L'Italia torna così sul podio della Team Sprint a distanza di un anno dalla vittoria di Planica e sempre con i due poliziotti Dietmar Noeckler, anche oggi al lancio, e Federico Pellegrino.
La gara degli azzurri vive un solo momento di difficoltà relativa, quando, attorno al quinto chilometro, Pellegrino finisce in fondo al gruppo dopo uno scontro con lo svedese Peterson. Ma subito dopo comincia l'imperiosa risalita che porterà allo sprint finale e al podio. Battute entrambe le formazioni norvegesi, così come gli americani e i russi.

La gara femminile è andata a Russia I, che ha preceduto Svezia I e Norvegia I. 11/a Italia I con Ilaria Debertolis e Gaia Vuerich e 15/a Italia II con Debora Roncari e Greta Laurent.

Le dichiarazioni degli azzurri: "Sono stato buttato a terra ma non mi sono voluto arrendere, anche se mancavano solo due cambi alla fine - ha raccontato Pellegrino al traguardo -. E' stata una prestazione di carattere, siamo soddisfatti di questo risultato. Il fine settimana di Dobbiaco è stato positivo, adesso lavoreremo con ancor maggiore entusiasmo verso l'obiettivo dei Mondiali". Contento anche Noeckler: "Finora è stata una stagione negativa per me - ha detto il poliziotto di Brunico -, questo podio potrebbe far girare in positivo la seconda parte della stagione. Mi trovo molto bene con Pellegrino ci intendiamo alla perfezione".

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti