Inverno in Paganella tra scialpinismo, ciaspole, fat bike e wellness

Di GIANCARLO COSTA ,

Scialpinismo in Paganella (foto  Frizzera)
Scialpinismo in Paganella (foto Frizzera)

L’inverno in Paganella propone attività per tutte le esigenze, anche chi non scia può trovare tantissime forme di divertimento: dalle ciaspolate, al parapendio, al fat bike, all’arrampicata su ghiaccio. In Paganella sono davvero infinite le iniziative per scoprire la bellezza e la varietà del territorio.

Scialpinismo: per esplorare le montagne con gli sci

Lo scialpinismo permette di muoversi in montagna mediante l’utilizzo di sci con pelli in simil-foca in salita, per poi scendere in neve fresca, lontano dalle piste battute. Nella vacanza in Paganella, lo scialpinismo consente di vivere la magia delle Dolomiti, anche d’inverno, in modo alternativo rispetto alla sciata tradizionale sulle piste battute, assaporando la tranquillità e il silenzio delle montagne, scoprendo gli angoli nascosti del territorio, allontanandosi da tutto il resto: lo scialpinismo, all’origine di tutti i tipi di sci, è un nuovo mondo, da riscoprire ad ogni avventura.
I veri amanti dello scialpinismo e delle ciaspole, possono trovare grandi emozioni percorrendo il tracciato Tre-Tre, che dal passo Santel arriva alla pista Selletta; un sentiero creato sulle tracce della storica pista Tre-Tre inaugurata da Rolly Marchi e sulla quale gareggiò e vinse Zeno Colò!

Escursione con le ciaspole: camminare nella neve divertendosi

Numerose sono le escursioni organizzate con le ciaspole, le racchette da neve che si agganciano ai piedi e che permettono di camminare lungo i sentieri innevati, raggiungendo gli angoli più nascosti della Paganella, inoltrandosi nell’ambiente magico del bosco coperto di bianco! L’emozione è ancora più unica nelle ciaspolate in notturna, per vivere la natura in tutta la sua magia.
Oltre al tracciato Tre-Tre, sono davvero tantissimi i percorsi da seguire, sia di giorno che di notte, come l’amatissimo sentiero che da Andalo conduce al rifugio La Montanara: una passeggiata nella neve, tra le fitte abetaie del Parco Naturale Adamello Brenta, fino alla meravigliosa terrazza naturale nei pressi del rifugio La Montanara.
Sempre a poca distanza dal centro di Andalo, in località Laghet, è possibile prendere la cabinovia che, in pochi minuti, porta in quota, a 1330 metri, in località Prati di Gaggia. Direttamente nei pressi della stazione dell'impianto, parte il percorso "Il Pinguino”: facile e adatto a tutti, anche per chi non ha mai indossato le ciaspole.
Qui si potranno provare le racchette da neve, trovando un sentiero ottimo per un primo approccio a questa tecnica invernale.
Ad alta quota (1333m), ad attendere i piccoli e grandi camminatori, la magia del biblioigloo, una biblioteca a forma di igloo con libri e laboratori per bambini, ragazzi e famiglie!

Adrenalina e puro divertimento in sella alla Fat Bike

Tutti gli appassionati della due ruote, in Paganella non devono rinunciare alla loro voglia di bici: anche in inverno si può infatti pedalare come se fosse estate. Come? Con le Fat Bike: mountain bike con pneumatici molto larghi, studiate per affrontare i percorsi innevati, almeno parzialmente battuti. Il Dolomiti Paganella Bike, offre percorsi dedicati alle Fat Bike e un servizio di noleggio aperto ogni giorno.
Per chi vuole godersi questa avventura, accompagnato da persone d’esperienza, dal lunedì al venerdì sono programmate escursioni con guide ufficiali DPB Academy.

Lasciarsi guidare dallo spirare dei venti con il parapendio

Per ammirare dall’alto la bellezza di questo paesaggio, vivendo un’esperienza semplicemente unica, sarà possibile volare in parapendio sorvolando le cime innevate delle Dolomiti. In Paganella non c’è vacanza senza emozione, come volare da una montagna verso terra, lasciandosi guidare solo dallo spirare dei venti con il parapendio: una disciplina sportiva che in Paganella trova un paradiso di incomparabile bellezza. L’emozione ed il divertimento si anche possono raddoppiare, volando con il parapendio biposto.

In Paganella le emozioni non vanno mai a letto

Quale modo migliore per concludere una giornata cenando al chiaro di luna, sotto un tappeto di stelle che brillano sul bianco della neve?
La cena in rifugio è un’esperienza da concedersi almeno una volta, durante le vacanze in montagna: un momento unico e suggestivo, nel calore di ambienti semplici, ma curati, pronti a coccolarvi con i sapori più autentici della cucina trentina.

I rifugi della Paganella vi aspettano con il camino acceso, basterà solo chiamare il gestore del rifugio e farvi venire a prendere con il gatto delle nevi. In alternativa, la salita con le ciaspole renderà la serata ancora più originale e l’appetito sarà ampiamente soddisfatto! Dove? Al rifugio La Montanara, Casina Bruniol e Baita Pineta.
Due volte alla settimana, il martedì e il venerdì, accade qualcosa di veramente speciale: gli impianti restano aperti anche la sera, per offrire la possibilità di cenare in rifugio, al Dosson e tornare indietro con gli sci sulla pista illuminata.

Prendersi del tempo per sé, con i più antichi rituali di benessere

Abbandonarsi al più assoluto relax: piscine, saune, bio-saune, bagni turchi, idromassaggi e trattamenti personalizzati, rilassanti o rivitalizzanti, sono parte di una vacanza indimenticabile in Paganella. Non vi è modo migliore per recuperare le energie e rimettere in sesto anima e corpo, che vivendo un soggiorno nei centri benessere all’interno dei confortevoli Hotel dell’Altopiano della Paganella. Alcuni di questi, pur dando la precedenza agli ospiti dell'hotel, accettano anche gli utenti esterni: i centri benessere ad Andalo - Adler Hotel Welless & Spa e Corona Dolomites Hotel; a Molveno - Belvedere Alpen Resort; a Fai della Paganella - Al Sole Beauty and Vital, Alp & Wellness Sport Hotel Panorama e Paradice Center.

Parlando di wellness a 360°, ad Andalo sorge una delle Spa più grandi del Trentino: il Centro benessere AquaIn, conosciuto in tutto il mondo, vanta infatti di 1200 mq dedicati interamente alla cura di sè! Chi vuole vivere un'esperienza in armonia con le usanze nordiche più antiche, non può non fare tappa in questo paradiso, all’interno della quale si trovano saune secche, cabina infrarossi, bagno turco, pozzo freddo, percorso Kneipp, idromassaggio esterno, sale relax e Vitalbar interno.

Tra i trattamenti più apprezzati vi è l’ Aufguss: un rituale di benessere e purificazione, svolto in sauna, che consiste nel versamento di acqua (o ghiaccio) miscelata con oli essenziali sulle pietre roventi, posizionate sopra il braciere della sauna. L’acqua, vaporizzata, porta con sé particelle di olio essenziale e si diffonde all’interno dell’ambiente della sauna: tramite i movimenti ritmici di un asciugamano, il vapore caldo e aromatizzato si dirige in direzione degli ospiti provocando una intensa e piacevole esperienza semplicemente multisensoriale.

Dai 500 agli oltre 2000 metri, terra, acqua e cielo si mettono a disposizione delle esigenze dei suoi ospiti per offrire loro, non solo la bellezza di un paesaggio senza eguali, ma la magia di poter vivere la natura in tutte le sue emozioni, grazie ad un’organizzazione d’eccellenza.

La Paganella, regina delle Dolomiti di Brenta, non è solo un luogo, ma uno stato d’animo da provare almeno una volta nella vita, per poi riviverlo e riviverlo ancora!

Per informazioni www.visitdolomitipaganella.it

Articolo Publiredazionale

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti