Il Mezzalama si presenta il 25 marzo a Gressoney Saint Jean (AO) e premierà il nuovo Trofeo

Di GIANCARLO COSTA ,

Foto di gruppo dei vincitori dell'edizione 2009.jpg
Foto di gruppo dei vincitori dell'edizione 2009.jpg

La traversata Breuil Cervinia-Gressoney sarà la terza e ultima tappa 2011 della Grande Course. Ci sono voluti parecchi giorni alla segreteria operativa per esaminare e confermare tutte le squadre, ma ormai è certo, all’alba del 30 aprile a Cervinia si presenteranno al via oltre quattrocento squadre. Numeri che fanno perdere un battito del cuore perché saranno oltre milleduecento persone, legate in cordate da tre, a salire verso il Breithorn, poi si arrampicheranno sul Castore, e oltrepasseranno, ancora una volta, i quattromila metri di quota toccando il Naso del Lyskamm. Questi maratoneti d’alta quota taglieranno il traguardo di Gressoney, dopo oltre quarantadue chilometri di fatica, di neve, di ghiaccio e di emozioni che non si dimenticano.

Adriano Favre, direttore tecnico del Mezzalama, sta valutando tutti gli aspetti per far correre il tracciato a tutte le squadre in piena sicurezza. “Sono numeri da capogiro – ha detto Favre – le domande d’iscrizione che abbiamo esaminato in questi giorni sono di oltre quattrocento squadre. Com’è consuetudine, abbiamo riservato alcuni posti per le squadre d’elite italiane e straniere che si sveleranno all’ultimo minuto. Milleduecento persone che si muoveranno nel cuore del ghiacciaio sono veramente molte. Stiamo valutando al meglio come gestire la partenza da Cervinia, per non rischiare di avere l’effetto “tappo” sotto al Castore”.

Il direttore tecnico ha già effettuato alcuni sopralluoghi lungo il percorso e annuncia: “Abbiamo un’importante novità per quanto riguarda il tracciato, sono convinto che piacerà molto alle squadre. La gara diventerà più tecnica e regalerà all’intero percorso un tocco di modernità. Non possiamo dire di più, scopriremo le carte alla presentazione ufficiale del 25 marzo a Gressoney”.

Gli Alpini, avendo vinto già due volte negli anni settanta, e vincendo nel 2009 con Manfred Reichegger, Denis Trento e Matteo Eydallin, si sono portati nella caserma di Courmayeur il Trofeo, un’artistica fusione in bronzo di uno sciatore in stile anni Trenta.

Per la prossima edizione, la Fondazione Trofeo Mezzalama, presieduta da Giorgio Pession ha indetto un concorso per decretare quale scultura sarà il nuovo simbolo della manifestazione.

Sarà la scultura più bella, premiata da un’apposita giuria attraverso un bando a cui hanno aderito dodici dei migliori artisti della Vallée. Gli artisti che si cimentano nel concorso per il nuovo trofeo sono Giangiuseppe Barmasse di Valtournenche, Giuseppe Binel di Donnas, Emo Broccard di Sarre, Salvatore Cazzato di Aymavilles, Mauro Chenuil di Donnas, Roberto Chiurato di Saint Vincent, Dario Coquillard di Gignod, Ornella Cretaz di Pont Saint Martin, Franco Crestani di Quart, Enrico Massetto di Aymavilles, Silvano Salto di Saint Marcel, Siro Vierin di Saint Oyen.

La giuria emetterà il verdetto proprio venerdì 25 marzo. Il nuovo Trofeo sarà premiato durante la serata di presentazione ufficiale della Maratona dei Ghiacciai.

Presentazione del Trofeo Mezzalma

La Fondazione Trofeo Mezzalama presenterà alla stampa, agli sportivi, agli ospiti e a tutti gli appassionati, la Maratona dei Ghiacciai, venerdì 25 marzo alle ore 17 presso il palazzetto “Sporthaus” di Gressoney – Saint –Jean.

fonte Ufficio Stampa Trofeo Mezzalama

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti