Halfpipe: Hirano campione olimpico, si chiude l’era della leggenda Shaun White

Di GIANCARLO COSTA ,

Halfpipe snowboard podio maschile Hirano James Scherrer (foto Fis Snowboarding)
Halfpipe snowboard podio maschile Hirano James Scherrer (foto Fis Snowboarding)

Una gara che passerà alla storia dello snowboard, per tanti motivi. Il gigantesco Halfpipe delle Olimpiadi di Pechino (Lungo 220m, muro a muro 22m, Inclinazione 18°, Altezza 7.2m, Vert : 82°), ha incoronato il nuovo re del freestyle, il giapponese Ayumu Hirano con 96.00 punti, argento all’australiano Scotty James 92.50, bronzo allo svizzero Jan Scherrer 87.25 e quarto “la leggenda dello snowboard” l’americano Shaun White con 85. Hirano, già argento alle Olimpiadi di Corea 2018, ha dominato la stagione vincendo tutte le gare a colpi di 1440triplocork, un livello avvicinato solo da Scotty James. Sul terzo gradino del podio si è inserito lo svizzero Jan Scherrer, allenato da Giacomo Kratter, che relega ai piedi del podio Shaun White. Era l’ultima gara del 35enne fuoriclasse americano, che ha rivoluzionato lo snowboard freestyle degli ultimi 20 anni, vincendo l’oro in tre Olimpiadi (Torino2006, Vancouver 2010 e Corea 2018), che poteva essere poker se a Sochi 2014 non avesse tentato il doppio impegno tra HP e Slopestyle finendo senza medaglie in entrambe le gare. Un personaggio che soprattutto in America va oltre la dimensione dello sport, essendo paragonabile ad una rockstar più che a un campione sportivo, e come per l’addio di Valentino Rossi bisogna solo dirgli “Grazie per lo spettacolo!”.
In gara anche 2 italiani, usciti nelle qualificazioni: l’italo-americano Louis Philip Vito 13° e Lorenzo Gennero 19°.

Nella gara femminile del giorno prima, bissa l’oro olimpico della Corea l’americana di origini coreane Chloe Kim, argento per la spagnola Queralt Castellet e bronzo per la giapponese Sena Tomita.

  • Snowboarder, corridore di montagna, autore per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it e bici.news. In passato collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999, collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000. Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD e MONTAGNARD FREE PRESS dal 2002 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT nel 2006. Collaboratore della rivista ALP dal 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti