A Gressoney Fondo e Gigante per i Campionati Mondiali Studenteschi

Di GIANCARLO COSTA ,

la_tedesca_Antonia_Frabel_vince_la_C1_di_fondo.jpg (foto Newspower)
la_tedesca_Antonia_Frabel_vince_la_C1_di_fondo.jpg (foto Newspower)

Sole caldo e cielo azzurro hanno accolto la prima giornata di gare dei Campionati Mondiali Studenteschi di Gressoney-Saint-Jean (AO).

In uno scenario bianco da cartolina, la località della Valle del Lys ha ospitato stamattina il gigante per la categoria C1 e, per lo sci di fondo, le gare individuali in tecnica libera per le cat. C1 e C2.

Sulla pista “Leonardo David” le porte larghe hanno visto sfrecciare un centinaio di ragazzi in rappresentanza di 16 Nazioni e, chiaramente, dei propri istituti scolastici. Lo spirito della manifestazione è quello di squadra e di amicizia, in ogni caso l’immacolata distesa della pista “nera” valdostana ha immediatamente acceso gli animi dei giovani talenti dello sci e, appena superate le prime porte, ciascuno ha dato il proprio meglio per portare a casa il risultato.

Apripista d’eccezione è stata Gemma Pedrini, atleta paralimpica ipovedente che ha inaugurato la giornata agonistica sulle nevi del comprensorio Monte Rosa Ski.

Le prime a scendere sono state le ragazze, tra le quali ha ottenuto dei buoni risultati la scuola di Schladming, località che ha ospitato la prima edizione dei Campionati Mondiali Studenteschi. A vincere il primo dei due giganti in programma è stata infatti l’austriaca Janine Vierthaler (41’’96), che ha preceduto la coppia azzurra formata dalle due altoatesine Vivien Insam e Nadia Delago, entrambe in luce al recente 51° Trofeo Topolino. La Insam, campionessa regionale Allievi, ha chiuso la gara con 32/100 di svantaggio dalla Vierthaler, la quindicenne azzurra era in gara con un portafortuna speciale, la tuta della Nazionale Italiana della scorsa stagione, regalo dello zio Raimund Plancker (direttore tecnico femminile per le discipline veloci).

Ha chiuso invece quarta la francese Romane Geraci, seguita dall’altra altoatesina Magdalena Haas, mentre la miglior rappresentante dell’Italia A è stata la valdostana Deborah Pedrini dell’Istituto Luigi Einaudi di Aosta (15.a).

A mezzogiorno le ragazze erano impegnate in una seconda gara, dove Janine Vierthaler, vincitrice in mattinata, è uscita nella parte iniziale della pista, complice un errore tra le prime porte. La defezione dell’austriaca ha spianato la strada alla francese Geraci (41’’64) dell’Istituto Bourg Saint Maurice, quarta nella competizione precedente e ottima 3.a nello slalom del Trofeo Topolino di sabato scorso. Dietro di nuovo una grande Italia, sempre grazie alla coppia vincente Insam e Delago, di nuovo seconda e terza, che hanno così registrato degli ottimi tempi per il loro istituto ITE Raetia di Ortisei (BZ).

Al maschile, invece, ha messo a segno degli ottimi risultati la scuola francese College Modane, soprattutto grazie a Robin Fressard, vincitore del primo gigante con il tempo di 40’’13.

Dietro al transalpino hanno chiuso Armand Marchant (Belgio francofono), anche lui in luce al Topolino internazionale, e l’altro studente del College Modane Louis Hamichi, con miglior azzurro Tobias Prossliner (6°).

Nella seconda manche Fressard non ha trovato il feeling giusto con la pista ed ha chiuso quarto, la vittoria è andata così a favore del tedesco Fabian Gratz (Werdenfels Gymnasium), con 18/100 su Marchant (41’’58).

Al terzo posto è finito l’austriaco Moritz Marko, al primo podio stagionale, mentre il miglior italiano è stato l’altoatesino Matthias Steinmair (5°), studente dell’istituto ITE Raetia di Ortisei e cugino della velocista azzurra Johanna Schnarf.

In contemporanea sono scesi in gara anche i ragazzi e le ragazze del fondo. Pista di Gressoney St. Jean in condizioni ottimali con tracciato ondulato e l’arrivo col Monte Rosa in faccia. Le ragazze tedesche della C1 hanno monopolizzato la prima gara di giornata (4 km) con una doppietta grazie ad Antonia Frabel e Katherine Sauerbrey, ma al maschile (5 km) lo sloveno Miha Litef ha rivendicato una supremazia magistrale relegando i due tedeschi, pure di Oberhof, Christoph Buttner e Felix Daudert.

La Marsigliese è stata intonata due volte nella Cat. 2, una pursuit, con Chloe Chevallier ed Emilien Vacquetin partiti con l’ottavo tempo e finiti, allo sprint, sul gradino più alto del podio ai danni di due austriaci, Lisa Unterwegher e Paul Gerstgraser. L’unico podio azzurro è venuto nella C2 con l’altoatesino Hellweger, terzo.

Nel pomeriggio la Leonardo David ha acceso i riflettori sullo slalom, il programma iridato prevede la gara in notturna (alle 16.00 e poi alle 19.00) per la categoria C2.

La giornata di giovedì sarà invece dedicata agli allenamenti e a diversi momenti di incontro tra i ragazzi di tante nazionalità, in programma ci sono l’“Omaggio al Monte Rosa” (visita guidata al comprensorio Monte Rosa Ski), la degustazione di prodotti valdostani, lo spettacolo di freestyle (ore 13 – località Gabiet) e il “Meeting delle Nazioni” nella piazza di Gressoney Saint Jean (ore 20.30).

Info: www.gressoney2012.org

Classifiche:

Categoria C1 Fondo – maschile:

1 LITEF Miha OSNOVNA SOLA GORJE (SLO) 12'47.9; 2 BUTTNER Christoph SPORTGYMN OBERHOF (GER) 13'00.3; 3 DAUDERT Felix SPORTGYMN OBERHOF (GER) 13'05.4; 4 FERRARI Aubin CLG ST ALBAN LEYSSE (FRA) 13'08.2; 5 KENDA Luka OSNOVNA SOLA GORJE (SLO) 13'15.7.

Categoria C1 Fondo – femminile:

1 FRABEL Antonia SPORTGYMN OBERHOF (GER) 11'10.6; 2 SAUERBREY Katherine SPORTGYMN OBERHOF (GER) 11'33.5; 3 BULLE Emilie CLG VILLARD DE LANS (FRA) 11'34.7; 4 SCHAFER Melanie SPORTGYMN OBERHOF (GER) 11'36.9; 5 VOIGT Vanessa SPORTGYMN OBERHOF (GER) 11'49.4.

Categoria C2 Fondo Individuale Inseguimento – maschile:

1 VACQUETIN Emilien CLG VILLARD DE LANS (FRA) 20'23.4; 2 GERSTGRASER Paul SKIGYM SAALFELDEN (AUT) 20'24.0 ; 3 HELLWEGER Michael I.I.S.S.MALLES (ITA) 20'40.2; 4 SCHWARTZ Louis CLG VILLARD DE LANS (FRA) 20'40.8; 5 VOSSHAGE Eric SPORTGYMN OBERHOF (GER) 20'40.8.

Categoria C2 Fondo Individuale Inseguimento – femminile:

1 CHEVALLIER Chloe CLG VILLARD DE LANS (FRA) 15'55.0 ; 2 UNTERWEGER Lisa SHAS SCHLADMING (AUT) 15'59.1; 3 HENNIG Katharina LKG OBERWIESENTHAL (GER) 16'03.9; 4 REISINGER Julia SHAS SCHLADMING (AUT) 16'19.2; 5 WALCHHOFER Barbara SHAS SCHLADMING (AUT) 16'20.0.

Categoria C1 Slalom gigante 1.a gara – maschile:

1 FRESSARD Robin COL.MODANE (FRA) 40.13; 2 MARCHANT Armand BELGIQUE FRANCOPHO (BEL) 40.31 ; 3 HAMICHI Louis COL.MODANE (FRA) 40.99; 4 MARKO Moritz SHS NEUSTIFT (AUT) 41.43; 5 GRATZ Fabian WERDENFELS-GYM.(GER) 41.50.

Categoria C1 Slalom gigante 1.a gara – femminile:

1 VIERTHALER Janine SHS.SCHLADMING (AUT) 41.96; 2 INSAM Vivien IT.RAETTA ORTISEI (ITA) 42.28; 3 DELAGO Nadia IT.RAETTA ORTISEI (ITA) 42.36; 4 GERACI Romane COL.BG.ST.MAURICE (FRA) 42.78; 5 HAAS Magdalena IT.RAETTA ORTISEI (ITA) 43.19.

Categoria C1 Slalom gigante 2.a gara – maschile:

1 GRATZ Fabian WERDENFELS-GYM.(GER) 41.40; 2 MARCHANT Armand BELGIQUE FRANCOPHO (BEL) 41.58; 3 MARKO Moritz SHS NEUSTIFT (AUT) 42.01; 4 FRESSARD Robin COL.MODANE (FRA) 42.06; 5 STEINMAIR Matthias IT.RAETTA ORTISEI (ITA) 42.08.

Categoria C1 Slalom gigante 2.a gara – femminile:

1 GERACI Romane COL.BG.ST.MAURICE (FRA) 41.64; 2 INSAM Vivien IT.RAETTA ORTISEI (ITA) 42.03; 3 DELAGO Nadia IT.RAETTA ORTISEI (ITA) 42.60; 4 CHAPUIS Lea COL.BG.ST.MAURICE (FRA) 42.89; 5 KALENITCHEN KO Jessica COL.BG.ST.MAURICE (FRA) 43.03.

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti