Grande Spagna nella Coppa del Mondo di scialpinismo: vincono Kilian Jornet e Mireira Mirò. Pedranzini seconda Reichegger terzo

Di GIANCARLO COSTA ,

apertura notturna
apertura notturna

Dopo la spettacolare prova Sprint di ieri, bis in notturna per la Pila Skyrace, su un percorso ridotto a 1400 metri di dislivello con 5 cambi, a causa del grande freddo (-17°) e del vento in quota che ha negato il passaggio sulla cresta del bivacco Arno che collega il Cuis 1 al 2, decisione presa dagli organizzatori per risparmiare un'ulteriore sofferenza ai già infreddoliti concorrenti Grande novità anche la partenza con il metodo Gundersen, come nello sci di fondo, con i distacchi della gara Sprint di ieri. Quindi Denis Trento e poi tutti gli altri a seguire, con partenza in linea per i partecipanti alla gara Senior FISI. Al primo passaggio, sempre davanti alla scuola di sci di Pila, conduce lo svizzero Troillet sullo spagnolo Kilian, terzi e quarti Reichegger e Brunod. Anche la gara femminile al primo passaggio appare subito delineata, con la sorpresa della spagnola Mireira Miro subito in testa, seguita da Roberta Pedranzini con la francese Laetitia Roux terza.

Dopo 1:19'26" di gara, l'arrivo in salita di Pila incorona vincitore il fuoriclasse spagnolo dello skyrunning e dello scialpinismo Kilian Jornet Burgada, che dopo la Coppa del Mondo di Skyrunnig vuole mettere in bacheca anche quella di scialpinismo, visto che quest'anno le gara saranno quasi tutte individuali. Al secondo posto lo svizzero Florent Troilet (con Kilian vinse la Pierra Menta 2008) in 1:20'02", seguito sul podio dal vincitore della Coppa del Mondo 2009 Manfred Reichegger in 1:21'57". Buona prova di Pietro Lanfranchi 4° in 1:22'46", seguito dal francese Tony Sbalbi 5° in 1:23'03", Martin Riz 6° in 1:23'09", lo svizzero Yannick Ecoeur 7° in 1:23'27", Dennis Brunod 8° in 1:23'46", Lorenzo Holzeknecht 9° in 1:23'49" e il francese William Bon Mardion 10° in 1:23'59".

La gara femminile si conclude con la prima vittoria spagnola di Mireira Miro in Coppa del Mondo in 1:34'03", seguita da Roberta Pedranzini seconda in 1:37'23", terza la francese Laetitia Roux in 1:41'37", quarta Francesca Martinelli in 1:43'23", quinta l'andorrana Sophie Dusautoir in 1:43'28" e sesta Corinne Clos 1:45'06".

Nella gara senior maschile vittoria di Alessandro Taufer in 1:34'14" su Matteo Stacchetti 2° in 1:34'33" e Giovanni Zamboni 3° in 1:36'25". In quella femminile Raffaella Gianotti vince in 1:59'32" su Marina Ferrandoz seconda in 2:13'47". Nei master la spunta Carlo Chabod in 1:46'45".

Nella gara junior femminile vittoria per Alessandra Cazzanelli in 1:15'49" (su percorso ridotto), mentre negli junior maschile Michele Boscacci la spunta in 55'51" sul rientrante Daniel Antonioli 57'24" con Wladimir Cuaz terzo in 1:03'10".

Domani terza gara, tutta in fuoripista diurna.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti