Grande Italia ai Campionati Mondiali di scialpinismo: Matteo Eydallin-Damiano Lenzi Campioni del mondo, bronzo per Antonioli-Boscacci

Di GIANCARLO COSTA ,

Il podio dei Campionati Mondiali di scialpinismo 2015: oro per Lenzi-Eydallin e bronzo per Antonioli-Boscacci (foto verbier2015.ch)
Il podio dei Campionati Mondiali di scialpinismo 2015: oro per Lenzi-Eydallin e bronzo per Antonioli-Boscacci (foto verbier2015.ch)

Grande Italia ai Campionati Mondiali di scialpinismo. La gara a coppie, quella tradizionalmente più sentita da tutto l'ambiente scialpinistico italiano, consegna metalli preziosi ai portacolori azzurri, che hanno occupato 2 gradii su 3 del podio iridato di Verbier in Svizzera. Dopo la gara individuale c'erano pochi dubbi che la coppia composta da Matteo Eydallin e Damiano Lenzi avrebbero fatto trovare lungo a tutti gli altri per la conquista del titolo iridato. Damiano era in testa davanti a Kilian fino alla rottura dello sci e la frustrazione di quella gara è stata presto trasformata in “rabbia” agonistica, energia ben incanalata da Matteo Eydallin, il regista della nazionale e di questa squadra che negli ultimi due anni ha dominato la scena mondiale, vincendo Pierra Menta, Tour du Rutor, e con l'aggiunta di Boscacci la Patrouille des Glacieres, oltra al Mezzalama 2013 con Reicchegger.

Insomma per la coppia d'oro del Centro Sportivo Esercito, quando si corre in squadra, è quasi sempre una marcia trionfale. In 2h10'47 si sono aggiudcati il titolo iridato, lasciando l'argento ai francesi Xavier Gachet e William Bon Mardion in 2h12'20”, che in discesa hanno recuperato sull'altra coppia azzurra composta da Robert Antonioli e Michele Boscacci che si aggiudicano comunque il bronzo in 2h13'25”. Ottimo sesto posto per l'altra squadra italiana composta da Filippo Barazzuol-Pietro Lanfranchi in 2h17'03” che si prendono il lusso di superare gli spagnoli Kilian e Pinsach Rubirola.

Buon prova per la squadra italiana impegnata nella gara femminile composta da Katia Tomatis ed Elena Nicolini. Il quarto posto in 2h40'40” è comunque un grande risultato per le due azzurre. L'unico rimpianto è che la campionessa catalana Mireia Mirò Varela poteva continuare con la sua pausa sabbatica dalla competizioni internazionali, invece ritornando in gara in nazionale con Marta Riba Carlos, s'è vinta in 2h36'40” un bronzo pesante per la Spagna, alle spalle delle francesi Laetitia Roux-Axelle Mollaret oro in 2h28'52” e le svizzere Maude Mathys-Severine Pont Combe argento in 2h32'45”.

Domani si concludono i Campionati Mondiali di scialpinismo con le gare a Staffetta.

In allegato la classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti