Gran Fondo Val Casies 2021: il coronavirus non ferma la macchina organizzativa

Di GIANCARLO COSTA ,

Granfondo Val Casies 2021 volantino
Granfondo Val Casies 2021 volantino

Teniamo duro: insieme siamo più forti. Il messaggio che vuole lanciare il comitato organizzatore della Gran Fondo Val Casies è chiaro, forte e determinato. Non sarà certo il Coronavirus a fermare, fino a prova contraria, una competizione che nemmeno l'assenza di neve, indispensabile per svolgere la maratona di sci di fondo altoatesina, ha saputo destabilizzare nel corso della sua lunga storia. Un bell'incoraggiamento e uno sprone ad indossare nuovamente gli sci per chi invece si era già visto con pantofole ai piedi convinto che questa non sarebbe stata una buona stagione per lo sci di fondo.

Nonostante gli aggiornamenti sull'avanzamento della pandemia, la data della 38.a edizione è confermata e il 20 e 21 febbraio 2021 si aprirà il sipario sulla Valle di Casies che accoglierà, nel pieno rispetto delle restrizioni anti-Covid, atleti ed accompagnatori all'insegna della sicurezza e della salvaguardia della salute di ognuno. Mascherine e gel igienizzante non potranno mancare, dato che ormai sono diventati compagni inseparabili di tutti i giorni, ma una volta sulla linea di partenza, scaglionati come prevede il regolamento, lo sci di fondo farà la sua parte. Il distanziamento sociale sarà una prerogativa immancabile, che verrà rispettata grazie alla lunghezza 'obbligata' degli sci e, per chi sceglierà la competizione in tecnica classica, anche i binari fungeranno da separatori naturali per gli atleti lungo il tracciato.

La gara come al solito sarà suddivisa sulle due giornate del weekend, con sabato che vedrà scendere in pista gli sciatori amanti della tecnica classica sui percorsi da 30 o 42 km con partenza e arrivo a San Martino, mentre la domenica sarà dedicata agli atleti che correranno la formula a tecnica libera sui medesimi percorsi. Itinerari impegnativi che si snoderanno fino all’abitato di Tesido facendo poi ritorno verso il quartier generale, mentre i più allenati della 42 km risaliranno fino a Santa Maddalena prima di tagliare il traguardo.

Granfondo ma non solo, infatti per appassionati o semplici neofiti c'è la possibilità di iscriversi alla formula “Just for Fun”, un'interessante opzione per godere dello splendido panorama offerto dalla Valle di Casies e dalle montagne dell'arco alpino senza l'ansia da prestazione della competizione. Il weekend non finisce qui, perché se per gli adulti ce n'è per tutti i gusti, non può mancare un evento dedicato ai più piccoli. É la “Mini Val Casies” giunta ormai alla sua 28.a edizione e che accompagna da molti anni gli eventi targati Gran Fondo Val Casies, un'opportunità unica per bambini e ragazzi nati tra il 2001 e il 2013 di potersi divertire sulle nevi calcate dai grandi campioni.

Le iscrizioni sono aperte già dal 1° settembre e gli organizzatori sono pronti ad accogliere tutti gli appassionati in un weekend ricco di eventi ad un passo dalla natura. Sarà certamente un'edizione differente rispetto al passato, una “versione Coronavirus” come l'hanno già ribattezzata, ma nonostante le difficoltà del caso i preparativi sono già iniziati e procedono con fervore verso la meta. Dirigenti, tecnici, volontari, sponsor e tutta la macchina organizzativa della Gran Fondo Val Casies sono pronti ad affrontare questa sfida con grande spirito di sacrificio e con passione.
“Non c'è sconfitta nel cuore di chi lotta”, quel che sarà del futuro, si vedrà.

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti