Freeride World Tour: a Fieberbrunn (Austria) una valanga travolge un concorrente

Di GIANCARLO COSTA ,

FWT2015 FIEBERBRUNN (foto DCARLIER)
FWT2015 FIEBERBRUNN (foto DCARLIER)

Si dove disputare ieri la tappa austriaca del Freeride World Tour sulle Alpi Austriache di Fieberbrunn, ma l'evento è stato sospeso e la tragedia per fortuna solo sfiorata.

Stava scendendo con il pettorale n° 2 il francese Julien Lopez, quando una valanga alta circa mezzo metro con un fronte di 100 metri, s'è staccata travolgendo il rider francese in gara. Attivando l'ABS Airbag Julien Lopez s'è salvato, rimediando solo contusioni alle costole e a una gamba. Tutto ciò è successo nonostante la bonifica del pendio fatta dalle guide locali che si occupano di sicurezza, tutto ciò a confermare il detto che “in montagna il rischio zero non esiste”.

In queste gare l'attrezzatura di sicurezza obbligatoria è costituita da airbag antivalanga, Artva, pala e sonda, protezione posteriore e casco. Sicuramente pesante portarsi tutto questo addosso, ma può salvare la vita in caso di cadute e incidente con valanghe.

Il FWT General Manager, lo svizzero Nicolas Hale-Woods, ha dichiarato: "Siamo lieti che Julien si sia salvato e ci auguriamo che questo incidente serve per ricordare ai freerider e tutti gli appassionati di fuori pista per portare sempre con sé le loro attrezzature di sicurezza e di conoscere e formarsi con le procedure in caso di valanga. E' nostro dovere di servire come modelli per quanto riguarda la gestione del rischio. Non posso sottolineare abbastanza che la sicurezza viene prima di tutto. Questo è il motivo per cui abbiamo deciso di fermare la competizione di oggi."

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti