Francia “vulcanica” sulle pendici dell’Etna: William Bon Mardion e Laetitia Roux vincono la gara Individuale di Coppa del Mondo siciliana.

Di GIANCARLO COSTA ,

Tutti_a_caccia_della_volpe_Kilian.jpg (foto Areaphoto)
Tutti_a_caccia_della_volpe_Kilian.jpg (foto Areaphoto)

Un'altra giornata di spettacolo agonistico sulle nevi dell'Etna. Due atleti che provano a forzare il ritmo e quattro tute azzurre che li inseguono. E' questo il breve riassunto per descrivere lo spettacolo che la prova individuale di Coppa del Mondo di scialpinismo ha regalato questa mattina sulle nevi del vulcano fumante.

La partenza della gara come da regolamento internazionale ha visto la partenza delle categorie femminili trenta minuti prima della categorie maschili. Laetitia Roux si mette al comando dando l'ennesima dimostrazione di forza e lasciando alle avversarie solo il compito di battagliare per le posizioni di rincalzo. Alle spalle della francese sale Mireia Mirò Varela abbastanza provata dal caldo inseguita da Roberta Pedranzini e dalla svizzera Mathys Maude. In quinta posizione Francesca Martinelli. Le due bormine Martinelli, Pedranzini saranno prima e seconda nella gara Fisi.

La Roux continua la sua corsa verso il traguardo della gara posto alla base dei Crateri Silvestri, una posizione con vista panoramica sul Golfo di Catania. La leader di Coppa del Mondo mette in archivio anche la seconda prova vincendo con il tempo 1.22.21. Mireia Mirò Varela accusa un ritardo di 1.54. Per il completamento del podio di Coppa del Mondo sale sul terzo gradino la svizzera Maude Mathys.

Alle 10.30 sale il sipario sullo spettacolo della gara maschile, i primi settecento metri della prima salita non riescono a fare selezione. Kilian tira il gruppo trovandosi sulle code tutti i migliori a inseguire, Bon Mardion, Manfred Reichegger, Denis Trento, Pietro Lanfranchi e Lorenzo Holzknecht, poco più staccati Yannik Ecoeur, Nejc Kuhar e Matteo Eydallin. Nella seconda salita il francese scala la marcia, mette la freccia e prova a prendersi la prima posizione. Kilian insegue a qualche metro, ma non riesce a stare incollato a Bon Mardion. Appena dietro quattro tute azzurre hanno nel mirino i due battistrada, uno spettacolo nello spettacolo.

In discesa Bon Mardion non si lascia avvicinare, Kilian è stato ripreso dall'azzurro Holzknecht che transita in seconda posizione. Un secondo posto virtuale che viene annullato da una caduta che fa perdere all'azzurro anche uno sci. Holzknecht arriva al cambio per l'ultima salita in sesta posizione. Matteo Eydallin lascia correre gli sci e riprende i compagni di squadra. Kilian è nuovamente secondo. Bon Mardion si avvia verso la vittoria che fa sua con il tempo di 1.07.47. Kilian si deve guardare le spalle allo sprint da Holzknecht che continua a crederci. E' questione di attimi, Kilian chiude con 1.08.11 confermando la seconda posizione. Holzknecht è terzo a ventidue secondi dallo spagnolo. Denis Trento è quarto mentre Manfred Reichegger è quinto.

Per quanto riguarda la gara "open" il veneto Davide Pierantoni bissa il successo della gara Vertical davanti a Tony Sbalbi e al valdostano Jean Pellissier. In campo femminile dietro alle due bormine Pedranzini-Martinelli conquista la terza piazza Marina Ferrandoz.

La seconda prova di Coppa è stata organizzata dallo sci club Sud Est Ski Team Aetna con la collaborazione e il sostegno della Regione Sicilia, della Provincia Regionale di Catania, del Comune di Nicolosi, dei Rangers, del Corpo Forestale, della Polizia di Stato, del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, del Soccorso Alpino, dell'Aeop Flash di Nicolosi, dei Carabinieri e di tutti i volontari che hanno lavorato per allestire un percorso all'altezza della Coppa del Mondo. Il Trofeo Internazionale dell'Etna va in archivio avendo ricevuto commenti positivi sia dagli atleti di Coppa del Mondo, ma soprattutto dagli atleti della gara Fisi. Il prossimo appuntamento internazionale sarà il prossimo weekend in occasione della Lagorai Cima d'Asta.

Classifica ISMF cat M

1. William Bon Mardion, FRA 1.07.47;

2. Kilian Jornet Burgada, ESP 1.08.11;

3. Lorenzo Holzknecht, ITA 1.08.33;

4. Denis Trento, ITA 1.08.34;

5. Manfred Reichegger, ITA 1.08.41.

Classifica ISMF cat F

1. Laetitia Roux, FRA 1.22.21;

2. Mireia Mirò Varela, ESP 1.24.16;

3. Maude Mathys SUI, 1.29.17;

4. Emilie Gex-Fabry, SUI 1.30.17;

5. Michaela Essl, AUT 1.31.19.

Classifica Fisi M

1. Davide Pierantoni, Sci Cai Schio, 1.13.53;

2. Tony Sbalbi, France, 1.14.21;

3. Jean Pellissier, SC Corrado Gex, 1.15.12;

4. Thomas Trettel, ASD Cauriol, 1.17.40;

5. Michele Maccabelli SC Valle dei Laghi, 1.21.06.

Classifica Fisi F

1. Roberta Pedranzini SC Alta Valtellina 1:25'21;

2. Francesca Martinelli SC Alta Valtellina 1:29'06;

3. Ferrandoz Marina Ski Club Saint Nicolas 1:42'25.

Fonte Areaphoto.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti