Federico Pellegrino quarto nella Sprint di Falun

Di GIANCARLO COSTA ,

Federico Pellegrino nella Sprint di Falun (foto fb Pellegrino)
Federico Pellegrino nella Sprint di Falun (foto fb Pellegrino)

Federico Pellegrino sfiora il podio nella sprint a tecnica classica maschile di Coppa del mondo a Falun, in Svezia. Il campione valdostano è stato preceduto nella finale a sei dai norvegesi Paal Goldberg ed Erik Valnes, con il russo Alexander Bolshunov ad occupare il terzo e ultimo gradino del podio. Pellegrino, che nel corso della stagione si è piazzato secondo a Planica e Lenzerheide ma in tecnica libera, è al secondo piazzamento ai piedi del podio, dopo il quarto posto di Oberstdorf. Fuori nelle qualificazioni Maicol Rastelli, Francesco De Fabiani, Gilberto Panisi.

"Siamo all'ottava sprint della stagione e mi sono fatto trovare pronto - dice Pellegrino - Era una gara particolare, in cui si doveva lavorare molto sulla velocità, abbiamo trovato la soluzione giusta con i materiali per competere con i migliori. Sono soddisfatto del risultato, anche se la classifica di specialità mi fa arrabbiare per i punti che ho perduto a Dresda, voglio continuare così sino a fine stagione e poi tirare le somme, anche se il calendario propone tre tappe in classico e tre in pattinato dove posso raccogliere delle soddisfazioni".

La classifica generale, dopo la Sprint di Falun, vede Bolshunov approfittare dell'assenza dell'infortunato Johannes Klaebo per allungare a 1517 punti contro i 1222 del norvegese, la graduatoria di specialità vede invece Klaebo a quota 350 punti, seguito da Lucas Chanavat con 336 e Goldberg con 300, Pellegrino sale a 272 in quinta posizione.

La gara femminile ha registrato il trionfo dell'atleta di casa Linn Svahn, che ha concesso il tris dopo Dresda e Davos. Alle sue spalle la russa Natlia Nepryaeva e l'altra svedese Jonna Sundling. Fuori nei quarti di finale Greta Laurent 23ma, l'unica azzurra presente. La graduatoria vede in testa Therese Johaug con 1575 punti contro i 1167 della russa Natalia Nepryaeva e i 1952 della norvegese Heidi Weng. Domenica 9 febbraio si disputa una 15 km in tecnica libera maschile e una 10 km femminile in tecnica libera, entrambe con partenza a massa, che prendono il posto delle 30 km femminile e della 50 km che non è stato possibile preparare a scarsa della scarsa quantità di neve presente nella località.

Fonte fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti