Federico Pellegrino grande secondo nella Sprint di Nove Mesto (CZE), Gaia Vuerich quarta.

Di GIANCARLO COSTA ,

Federico Pellegrino secondo nella Sprint di Nove Mesto (foto vysocina arena.cz)
Federico Pellegrino secondo nella Sprint di Nove Mesto (foto vysocina arena.cz)

L'Olimpiade si avvicina e sale la condizione di Federico Pellegrino oggi splendido secondo nella sprint a tecnica libera (quella che sarà gara olimpica il prossimo 11 febbraio), battuto solo dal potente russo Sergey Ustiugov e con alle spalle un altro russo, Alexey Petukhov.

Ma Federico Pellegrino è piaciuto fin dalle prime batterie. Sempre presente, sempre ad interpretare nella maniera migliore il tracciato infido di Nove Mesto, sempre a controllare le posizioni migliori, sempre qualificato senza apprensioni. Pellegrino è apparso davvero solido e solo i russi hanno dimostrato di avere ancora qualcosa in più del 23enne poliziotto valdostano di Nus. Manca ancora quell'ultimo guizzo che potrebbe portare l'azzurro alla vittoria, ma ci sono ancora due appuntamenti con le sprint prima di quella dei Giochi e ci saranno opportunità.

Bella gara, in crescita, anche per Gaia Vuerich, 22enne carabiniere di Predazzo, oggi quarta e al miglior risultato della carriera. La Vuerich ha fortemente voluto e ottenuto la finale a Nove Mesto ed ha mostrato carattere e coraggio nel fare a "sportellate" con le più blasonate rivali. La gara femminile è stata vinta dall'americana Kikkan Randall, davanti a Laurien Van Del Graaf e a Ingvild Oestberg. Quarta l'azzurra. E in crescita si è mostrata anche Greta Laurent, 17/a.

L'ultima bella notizia per Pellegrino e per la Nazionale di Silvio Fauner è che il valdostano conquista, grazie al 26esimo podio in una sprint maschile di tutti i tempi, il primo posto nella classifica generale sprint con 208 punti, davanti proprio a Ustiugov che di punti ne ha 192 e all'altro russo Nikita Kriugov che sale a 185.

Le dichiarazioni di Federico Pellegrino: "Mi ero prefissato di essere accorto tatticamente - racconta il poliziotto valdostano -, ma su questa pista occorreva essere sempre attenti perchè la pista non era troppo larga. Purtroppo ho sbagliato l'ultima curva in finale, peccato perchè me l'ero studiata a lungo. Sapevo che me la sarei giocata. Ho visto che Ustyugov era veramente di una spanna, però ho provato a starlgi dietro ugualmente. Mi godo questa maglia rossa di leader, sono convinto di come stiamo affrontando questa stagione, abbiamo fatto bene ad andare al Tour de Ski, qualcuno diceva che lì era più facile fare risultato perchè mancavano molti big, stavolta diciamo che c'era avversario in più...In semifinale mi sono un po' spaventato perchè c'erano grossi nomi ma averla passata in quel modo mi ha dato forza. Domani ci riproviamo nella team sprint con Hofer e vediamo di tirare qualcosa di buono, la condizione c'è e i risultati lo dimostrano, proviamo a sfruttarla. Mi sento un leader come la mia Juventus"

Ordine d'arrivo sprint maschile Nove Mesto (Cze):

1      USTIUGOV Sergey      1992      RUS

2      PELLEGRINO Federico      1990      ITA  

3      PETUKHOV Alexey      1983      RUS

4      BRANDSDAL Eirik      1986      NOR

5      MORILOV Nikolay      1986      RUS

6      PETERSON Teodor      1988      SWE

7      KROGH Finn Haagen      1990      NOR

8      MIRANDA Cyril      1985      FRA

9      LINDBLAD Anton      1990      SWE

10      KRIUKOV Nikita      1985      RUS

39      HOFER David      1983      ITA

44      NIZZI Enrico      1990      ITA

68      VIERIN Francois      1990      ITA

Ordine d'arrivo sprint femminile Nove mesto (Cze):

1      RANDALL Kikkan      1982      USA

2      VAN DER GRAAFF Laurien      1987      SUI

3      OESTBERG Ingvild Flugstad      1990      NOR

4      VUERICH Gaia      1991      ITA

5      HERRMANN Denise      1988      GER

6      INGEMARSDOTTER Ida      1985      SWE

7      OEBERG Jennie      1989      SWE

8      BRUN-LIE Celine      1988      NOR

9      NILSSON Stina      1993      SWE

10      MALVALEHTO Mona-Lisa      1983      FIN

17      LAURENT Greta      1992      ITA

41      DEBERTOLIS Ilaria      1989      ITA

46      DE MARTIN TOPRANIN Virginia      1987      ITA

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti