Federico Pellegrino Campione del Mondo Sprint a Lathi

Di GIANCARLO COSTA ,

Federico Pellerino Campione del Mondo Sprint a Lathi
Federico Pellerino Campione del Mondo Sprint a Lathi

E’ finita come tutti speravamo, con Federico Pellegrino in lacrime...di gioia!

Ha vinto il titolo iridato nella Sprint a Tecnica Libera, ha coronato un altro sogno, dopo la Coppa del Mondo 2016 e in attesa delle Olimpiadi Coreane del 2018.
Ma il 2017 era stato tutto incentrato su questa gara, fin dalla preparazione estiva, per migliorare la resistenza, per andare in crescendo con il passare dei turni.
Quinto in qualifica, nel suo quarto di finale passa alla grande, per ritrovarsi in una semifinale di ferro con il campione uscente il norvegese Petter Northug e il russo Sergy Ustiugov dominatore del Tour de Ski.
Ma Pellegrino, grazie alla sua strategia di gara e a sci preparati alla perfezione dagli skimen per una giornata in cui aveva nevicato fino all’inizio delle batterie dei quarti, attacca sulla salita finale e vince alla grande la semifinale.

Poi la finale, la tensione è palpabile su tutti, anche nella voce del telecronista, ma Federico Pellegrino è concentrato e sereno. E’ arrivato dove voleva, in finale al Campionato Mondiale, ora tocca a lui.
Forza e tattica, questo il credo con cui è arrivato in finale e si muove in questi 3 minuti che sono stati i più importanti della sua vita, nonostante i 9 successi e la Coppa del Mondo vinta nel 2016. Nella seconda parte della Sprint rimangono in tre a giocarsi le medaglie, con il gigante russo Ustiugov e il giovanissimo norvegese Klaebo. La volata di Federico Pellegrino non concede scampo al russo e al norvegese e l’Italia torna a vincere un titolo iridato che mancava da 2009 con Arianna Follis. In finale Pellegrino s’è messo dietro il meglio dello sci di fondo mondiale, con Finn Haagen Krogh 4°, Petter Northug 5° e Ristomatti Hakola 6°.
Tutto il resto è festa dei 50 tifosi del fans club presenti a Lathi e di tutta la Valle d’Aosta, soprattutto a Nus e Gressoney.

Le dichiarazioni di Federico Pellegrino: "Sono veramente contento, ho usato la testa per tutta la gara. Tantissimo merito va ai tecnici dei materiali perché avevo degli sci fantastici. Non mi restava che aspettare il momento e attaccare e così ho fatto. E' stato fantastico fare questa gara in notturna e fra i miei tifosi. Oggi la giornata è stata un po' lunga. Mi sono svegliato presto, poi ho dormito un paio d'ore, quindi una buona pasta italiana e poi qui a vincere".

Nella gara femminile oro alla norvegese Maike Caspersen Falla, argento e bronzo alle due americane Jessica Diggins e Kikken Randall. Tre le azzurre in gara: Gaia Vuerich 15a, Ilaria Debertolis 19a e Greta Laurent 29a.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti