Epic Ski Tour torna a Davos dal 20 al 22 dicembre

Di GIANCARLO COSTA ,

Epic Ski Tour 2019
Epic Ski Tour 2019

Epic Ski Tour si rifà il look, rimanendo attaccato alle radici ma espandendosi nel mondo con un format ancora più avvincente. I campioni sono chiamati a misurarsi con le bellezze dello skialp, ma l’intento della manifestazione guarda innanzitutto ai “4All”, agli amatori che vogliono godersi panorami incantati mettendo a frutto le proprie potenzialità in compagnia degli esperti. Lo ‘sconfinamento’ dell’evento parte dalla Svizzera, dove gli appassionati dello scialpinismo si dirigeranno per affrontare gli appuntamenti dal 20 al 22 dicembre, una meravigliosa fatica prima di godersi il Natale. Le cime del Cantone dei Grigioni sono già tinte di bianco, e le prime due competizioni in terra elvetica saranno belle ed impegnative, con l’ultima giornata dedicata invece alla possibilità – 4All – di effettuare escursioni in compagnia di guide alpine specializzate, anche in questo caso a seconda delle proprie capacità (Rookie, Beginner e Advanced). Venerdì, come consuetudine per EPIC Ski Tour, si parte in notturna, i ‘pro’ dovranno vedersela con esattamente 1000 metri di dislivello con start da località Bolgen prima di giungere al Jakobshorn, i giovani con 600 metri di dislivello così come gli ‘hobby’, ai quali è richiesta una fatica minore in questo primo appuntamento svizzero. L’ultimo tratto tocca il 40% di pendenza e, ci sarà da divertirsi. Sabato gli appassionati di sci alpinismo si godranno invece 1600 metri di dislivello, la metà per i giovani, partendo da Jschalp prima di trovarsi al cospetto di numerosi “3.000” e della zona di Davos visibile dall’alto. Come detto il programma domenicale è interamente dedicato ai meno esperti. L’intento è anche quello di far appassionare e a questo ci penserà il villaggio Expo, dove si potranno testare i prodotti (eventualmente per escursioni 4ALL) affinché EPIC Ski Tour sia solo la prima di una lunga serie di scampagnate sci alpinistiche.

L’avventura “4All” proseguirà in Valle d’Aosta dal 14 al 16 febbraio, prima di concludersi a Trento (Monte Bondone) dal 6 all’8 marzo: “Ė caduta la prima neve a Davos e con essa arriva il richiamo della montagna – prendete gli sci e godetevi la neve fresca! Mancano solo poche settimane all’evento!” afferma il comitato, ricordando che le iscrizioni sono aperte, anzi, apertissime.

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti