Elisa Brocard e Stefano Gardener sono i nuovi campioni italiani della 10 km e della 15 km in Valdidentro

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio femminile campionati italiani Valdidentro (foto fisi)
Podio femminile campionati italiani Valdidentro (foto fisi)

Elisa Brocard e Stefano Gardener sono i nuovi campioni italiani della 10 km e della 15 km in tecnica libera disputati il 22 dicembre in Valdidentro i Lombardia. La portacolori dell'Esercito e l'atleta dei Carabinieri scrivono il loro nome nell'albo d'oro degli Assoluti disputati in Valdidentro, in occasione della Alpen Cup, Anna Comarella (Fiamme Oro) e Mikael Abram (Esercito) hanno invece trionfato nella categoria Under 23.

Elisa Brocard ha vinto la gara femminile con il tempo di 25’28”, seconda Lucia Scardoni (Fiamme Gialle) a 56", terza Ilaria Debertolis (Fiamme Oro) a 1'00”. "Sono molto contenta di essere qua - ha detto la Brocard - anche se forse in vista del Tour de ski era bene stare un po’ a casa ad allenarsi e recuperare, però ci tenevo tanto a partecipare al campionato italiano, lo dovevo al Centro Sportivo Esercito, poi è arrivata la vittoria quindi sono ancora più contenta. La gara oggi è andata bene fin da subito, sono partita regolare ma mi sono trovata in testa anche se di pochi secondi sulla francese Faivre Picon e poi ho visto che man mano che passavano i chilometri il distacco su di lei aumentava, non ho ceduto nonostante sentissi le gambe indurite dalla gara di ieri ma direi che hanno tenuto bene fino alla fine". Tra le Under 23 il titolo, come detto, è andato ad Anna Comarella con il tempo di 26'43"2, seconda Francesca Franchi (Fiamme Gialle) a 19"5 e terza Cristina Pittin (Esercito) a 38"0.

Per quanto riguarda la gara maschile, Stefano Gardener ha vinto il suo primo titolo italiano arrivando sesto nella prova di Alpen Cup con il tempo di 36'04", secondo Claudio Muller (Carabinieri) distanziato di 9" e terzo Manuel Perotti (Fiamme Gialle) a 36". "Questa è la mia prima medaglia negli assoluti in generale - ha detto il carabiniere -. Nei primi giri ho preferito partire tranquillo vista la lunga salita da fare sei volte, era il caso di tenere e non esagerare, ho avuto un calo tra il terzo e quarto giro però negli ultimi sono riuscito a recuperare quei secondi che mi hanno fatto vincere questo titolo davanti al mio compagno Claudio Muller, sono contento anche per lui e in generale perché arriva a una ventina di secondi dal primo direi che è positivo. È stato un buon inizio di stagione, sono arrivato 36° in Coppa del mondo a Davos, devo ancora lavorare molto però sono contento anche per il mio gruppo sportivo per il supporto che non mi fa mai mancare e per l’ottimo lavoro, voglio ringraziare anche la famiglia che è sempre presente a sostenermi". Tra gli under 23 il titolo è andato a Mikael Abram (Esercito) che ha fermato il cronometro sul tempo di 36'53"0, secondo Simone Daprà (Fiamme Oro) a 3"8 e terzo Paolo Ventura (Esercito) a 23"5.

Nella Alpen Cup riservata agli Under 20 arriva un altro podio per Davide Graz, secondo dietro il francese Jule Chappaz come nella sprint di venerdì. Tra le donne, invece, nessuna azzurra sul podio: Rebecca Bergagnin è stata la migliore chiudendo quinta, il successo è andato alla ceca Havlickova.

Fonte fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti