Due gare in 12 ore a Ovindoli Monte Magnola: protagonisti gli scialpinisti abruzzesi

Di IGOR ANTONELLI ,

Carlo Colaianni, cadetto di ferro dello scialpinismo abruzzese, all'Appenninismo Ski Raid (foto organizzazione)
Carlo Colaianni, cadetto di ferro dello scialpinismo abruzzese, all'Appenninismo Ski Raid (foto organizzazione)

Di Igor Antonelli

Nello scorso week end la stazione sciistica di Ovindoli Monte Magnola ha ospitato la terza e quarta tappa dello skialpdeiparchi, la “Monte Magnola Night Race” e l’”Appenninismo Ski Raid”

Una due giorni intensa che ha visto la partecipazione di oltre 100 atleti che hanno unito geograficamente le Alpi al cuore dell'Italia. Nella due gare, di cui la prima gemellata con il Dolomiti sotto le stelle, si sono cimentati partecipanti  provenienti da Trentino, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Marche, Umbria, Abruzzo,  e Molise, che hanno dato un forte valore simbolico al raduno skialp.

Nella prima competizione sotto un cielo stellato, tra gli uomini ha primeggiato l'onnipresente Raffaele Adiutori in 14m39s davanti ad Armando Coccia in 14m44s e al cadetto Carlo Colaianni supportato dagli amici del “Bogn da Nia” che ha chiuso terzo assoluto in 14m49s. Tra le donne gradino più alto del podio per l'atleta di casa Galeota Giovanna in 20m41s seguita da Del Bene Marisa e Valeria De Simone.

Nella categoria U18 vittoria del già citato Colaianni davanti agli ottimi Sponta Davide e Daniele Marco.

L’indomani su un più articolato ed impegnativo percorso, sempre all'interno dello stesso comprensorio ma raggiungendo la cima di Monte Magnola attraverso passaggi tecnici più impegnativi si è svolto l’"Appennismo Ski Raid". Gli atleti si sono dati battaglia sin dalle prime battute degli 800 metri di dislivello, Secondo appuntamento del weekend di Ovindoli (AQ) e 4° tappa dello skialpdeiparchi.

Sul tecnico tracciato ritagliato non senza difficoltà vista la carenza di neve sotto quota 1600m, è andato in scena l'"Appenninismo ski raid" che ha visto oltre 60 atleti molti dei quali si erano cimentati nella gara del giorno prima. Tra gli uomini bissata la classifica della sera prima. Gradino più alto del podio per Raffaele Adiutori (pocker consecutivo) in 46.53 davanti ad Armando Coccia 48.17 e Carlo Colaianni 48.19 vincitore anche della categoria Uner18 davanti a Davide Sponta 57.25 e Marco Daniele 58.38

L'impegnativo tracciato, che vedeva tra l'atro 100m di dislivello con i Ramponi e una ripida e tecnica discesa ha fatto selezione tra le donne, dove l'ha spuntata un'ottima Viviana Ricci 1.12.45 al primo successo stagionale davanti a Valeria De Simone 1.16.03 e Francesca Ciaccia 1.24.03

Si chiude una due giorni che ha visto una partecipazione importante per il movimento scialpinistico del centro Italia, il supporto dei numerosi atleti venuti da fuori regione ha visto come gruppo più numeroso i rappresentanti del “Bogn da Nia” capeggiati dal presidente Ennio Dantone.

Molto vi è da migliorare ma la strada intrapresa è quella giusta. 

Live Your Mountain ringrazia la stazione sciistica di Ovindoli e i ragazzi di Appenninismo coadiuvati da Guido Collacciani.

Prossimo appuntamento "Ski Raid delle Rocche" (Campo Felice - L'Aquila) mercoledì prossimo 15 gennaio.

  • Da fine 2013 ho creato e gestisco un’attività in proprio nel campo dell’organizzazione, coordinamento e gestione di eventi sportivi in montagna. Lavoro allo sviluppo delle attività outdoor e delle manifestazioni legate alla promozione del territorio dell’Appennino centrale. Ho lavorato come direttore operativo e project manager per aziende italiane e estere con responsabilità legate a start-up di progetti industriali importanti. MBA (Master in Business Administration) presso Università LUISS (Roma). Sci e Snowboard alpinista, Trail Runner.



Può interessarti