Domenica si disputa la mitica Vasaloppet, in gara il Team Robinson Trentino

Di GIANCARLO COSTA ,

Team Robinson Trentino alla Vasaloppet (foto Nwspower)
Team Robinson Trentino alla Vasaloppet (foto Nwspower)

Nel 1922 la Vasaloppet ha segnato un solco nel mondo dello sci di fondo e da allora la madre e regina di tutte le granfondo rimane il sogno di ogni fondista.
È una gara di 90 km decisamente impegnativa e che ha sempre, o quasi, evidenziato la propensione degli atleti scandinavi per questo genere di competizioni. E per non cadere in errore, il termine Scandinavia si riferisce solo a quel territorio che riunisce i regni di Svezia, Norvegia e Danimarca. Impropriamente ritenuti scandinavi, i finlandesi hanno vinto nel 1954 (Pekka Kuvaja) e nel 1973 (Pauli Siitonen), poi nella marea di svedesi con l’aggiunta di alcuni norvegesi, in particolare negli ultimi 8 anni, ecco le autentiche eccezioni nell’albo d’oro maschile di Gert-Dietmar Klause (1975 DDR), Ivan Garanin (1977 URSS), Jean-Paul Pierrat (1978 FRA), Walter Mayer (1980 AUT), Konrad Hallenbarter (1983 SUI), Michail Botvinov (1977 AUT) e Raul Olle (2000 EST).

Ma l’Italia compare nell’albo d’oro grazie alla vittoria, unica della storia con i colori verde-bianco-rosso, di Cristina Paluselli nel 2006.

Una lunga introduzione per ricordare che la “Vasa” si corre domenica 7 marzo e questa volta in versione “limitata” ai soli pro teams, a causa del Covid.
Non mancherà il Team Robinson Trentino, che sarà al via con ben 10 atleti per cercare di confermare nuovamente lo status di miglior team italiano di stagione nel circuito Visma Ski Classics in questa annata martoriata dalla pandemia. Confermati in gara Lorenzo Busin, Matis Leray, Florian Cappello, Chiara Caminada, con gli “innesti” speciali di Sara Pellegrini delle FFOO e di Elisa Brocard e Daniele Serra (CS Esercito) come ProTeam, ma a portare punti con i colori del Robinson Trentino ci saranno anche Roberto Passerini, Asia Patini e pure Mikael Abram del CS Esercito.
Una trasferta impegnativa per il Team guidato da Bruno Debertolis, con le mille formalità da espletare in tema anti-Covid, tanti tamponi da effettuare e problemi di mobilità.

Inutile dire che le ambizioni alla Vasaloppet non possono mirare ai ‘piani alti’ della classifica, ma piuttosto puntare alla pole position come team italiano. Importante la collaborazione del Team Robinson Trentino con i gruppi sportivi militari delle Fiamme Oro ed Esercito, e per questo il presidente Gianni Casadei rivolge ai rispettivi comandanti un grande grazie, un’esperienza che in futuro potrebbe avere risvolti ancora più intensi.

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti