Domenica a Caspoggio (SO) il Campionato Italiano Vertical & Staffetta: Holzknecht e il CS Esercito i favoriti

Di GIANCARLO COSTA ,

Reichegger, Eydallin, Trento (foto Torri)
Reichegger, Eydallin, Trento (foto Torri)

Tutto è pronto a Caspoggio per la due giorni tricolore che, questo fine settimana, porterà il gotha azzurro dello scialpinismo a confrontarsi sulle nevi della Valmalenco. Qui, nel pomeriggio di sabato e nella mattinata di domenica, verranno assegnati i primi due titoli FISI della stagione nelle specialità vertical e staffetta.

«Per la vertical la novità rispetto alle brochure e al programma di massima che era inizialmente girato sta nell’orario – ha esordito il responsabile del Comitato Organizzatore Lorenzo Pegorari -. Per motivi di logistica e per lasciare maggiori tempi di recupero agli atleti impegnati nelle due prove, si è infatti deciso di anticipare la prova del sabato con start delle categorie juniores e cadetti alle 15 e via della gara senior fissato alle 15.30. A seguire avremo premiazioni e cena presso il palazzetto».

Nuovi orari, dunque, ma medesimi tracciati: «Il tricolore vertical verrà assegnato su una linea di ascesa con partenza dal campo sportivo di Caspoggio e arrivo a Piazzo Cavalli, risalendo la pista Motta – ha continuato Pegorari -. I concorrenti dovranno affrontare 670m di dislivello in poco meno di 3km. Le categorie giovanili, invece, partiranno da Sant Antonio, all’altezza dell’intermedio tra le due seggiovie e raggiungeranno il traguardo di Piazzo Cavalli percorrendo la “pista Facile” che è poi la stradina silvopastorale che solo nell’ultimo tratto si immette sull’itinerario senior».

Al fianco dell’ASD Caspoggio, il delegato della federazione Albano Marchesini ha già preso visione dei tracciati e promosso pure quello della staffetta domenicale. Staffetta che vedrà scendere in pista per primi i frazionisti delle categorie giovanili alle 9.30 e subito dopo gli atleti dell’assoluta: «Nell’ottica di promuovere una relay che fosse tecnica e spettacolare, si è pensato di tenere partenza e arrivo al palazzetto di Caspoggio – ha continuato il direttore percorso Fabio Cometti -. Abbiamo trovato un anello con due salite, altrettante discese e tratto a piedi che attraversa un borgo di vecchie baite che piacerà a pubblico e spettatori. Questi ultimi riusciranno a seguire il 99% della gara da zona arrivo o raggiungere ogni suo punto senza la minima difficoltà… Ci aspettiamo quindi una nutrita affluenza».

Per quanto riguarda l’aspetto prettamente agonistico, il bormino Lorenzo Holzknecht sembra intenzionato a confermare il successo ottenuto lo scorso anno nella vertical tricolore di Aprica: «Sto bene e, correndo a due passi da casa, partirò per provare a vincere. Avendo corso solo il Lavaronda non so qual è il mio effettivo stato di forma, ma so che spuntarla non sarà facile. Chi temo maggiormente? Su una gara così intensa Michele Boscacci e Damiano Lenzi hanno uno spunto che può fare male».

Ma proprio l’ossolano Lenzi, per il momento, tiene in scacco il responsabile atleti del Cs Esercito Courmayeur Manuel Conta: «Eccezion fatta per Damiano che durante le feste ha avuto alcuni problemi di salute, tutti gli altri ragazzi sono abili arruolati. Il nostro obiettivo è fare bene e ottenere il massimo da questa due giorni tricolore. Domani scioglieremo le riserve. Se Lenzi sarà della partita porteremo a Caspoggio anche Daniel Antonioli, preso in prestito dal winter triathlon, per schierare l’organico al gran completo con ben due staffette maschili. Al femminile Gloriana Pellissier correrà invece la relay come Asiva insieme alla giovane Cazzanelli».

Maggiori Informazioni & Iscrizioni: Per tutte le info sulla gara e per confermare la propria presenza alla due giorni tricolore è possibile visitare il sito www.ascaspoggio.it/scialpinismo oppure visitare www.sportdimontagna.com Media Partner dell’evento

Fonte Ufficio Stampa Maurizio Torri - www.sportdimontagna.com

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti