Domani iniziano i Giochi Mondiali Militari Invernali

Di GIANCARLO COSTA ,

Dennis Brunod protagonista dello scialpinismo per il Centro Sportivo Esercito
Dennis Brunod protagonista dello scialpinismo per il Centro Sportivo Esercito

Con l'inaugurazione ad Aosta sabato in piazza Chanoux iniziano i Giochi Mondiali Militari Invernali. Circa  800 gli atleti provenienti da 42 nazioni saranno impegnati in sei giorni di gare dal 21 al 25 marzo.

Attesa per grandi protagonisti come l'oro italiano di slalom a Vancouver Giuliano Razzoli, il bronzo Arianna Fontana, l'argento Piller Cottrer, il fondista norvegese Petter Northug i fuoriclasse, ori olimpici nel fondo e nel biathlon, lo svizzero Dario Cologna e il francese Vincent Jay. Grandi protagonisti dell'agonismo internazionale, visto che appartengono ai corpi sportivi militari, si ritroveranno in Val d'Aosta dopo le Olimpiadi canadesi.  

Brusson, Cogne, Courmayeur, Flassin di Saint-Oyen, Gressoney-Saint-Jean e Pila sono le sei località che ospiteranno le sette discipline previste: biathlon, sci alpino, sci nordico, short track, arrampicata, ski orienteering e sci alpinismo, specialità non olimpica ma che ambisce a diventarla nel 2018. Era prevista anche la presenza della rappresentanza cilena, che, però, all'ultimo momento ha dato forfait a causa del terremoto.

Prima della cerimonia di apertura, il programma prevede per sabato 20 marzo la terza edizione del Forum "Sport for peace" che intende raccogliere le esperienze sul campo dei responsabili delle missioni internazionali di pace e portare alla firma di una risoluzione finale sullo sport come strumento per risolvere pacificamente i conflitti. Iniziativa voluta e patrocinata dall'Onu, soprattutto per distendere i rapporti che in qualche caso non sono certo amichevoli a livello militare.

Infatti la prima grana è già scoppiata a Gressoney Saint Jean, dove la bandiera del Tibet issata sulla scuola di sci e in altri locali, ha indispettito la delegazione cinese, che ha chiesto di toglierle. Per la regione autonoma per eccellenza, un problema in più da risolvere, per non creare un incidente diplomatico.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti