A Dennis Brunod e Raffaella Miravalle la notturna di Champorcher (AO) del circuito Ski-Alp sotto le Stelle e il Sole.

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo di giuseppe "Pech" Ouvrier (foto organizzazione)
L'arrivo di giuseppe "Pech" Ouvrier (foto organizzazione)

Recupero del Memorial Gontier nella serata di Champorcher di sabato 2 febbraio, un po' penalizzato dalle tante concomitanze del weekend e dalla fredda e ventosa serata. Comunque protagonisti di assoluto rilievo in campo maschile sono stati Dennis Brunod vincitore della scalata dalla partenza degl'impianti di Champorcher fino all'arrivo della funivia di Laris in 18'11”, sul nazionale svizzero Marcel Marti 2° 19'09”, 3° Enzo Passare (e primo Over45) in 19'44”, 4° Mattia Luboz in 19'50”, 5° Klaus Mariotti in 20'32”, 6° Giuseppe Ouvrier in 20'50”, 7° Elvin Cavagnet in 21'11”, 8° Giuseppe Pivano in 21'30”, 9° Luca Baiardi in 22'10” e 10° Carlo Chabod in 22'32” (anche 1° Over55).

La gara femminile è stata vinta da Raffaella Miravalle in 24'13”, seconda Claudia Titolo in 24'45”, terza Raffaella Gianotti in 25'28”.

In allegato foto e classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti