Dennis Brunod e Francesca Martinelli sono i nuovi campioni italiani di scialpinismo nella specialità Vertical

Di GIANCARLO COSTA ,

Dennis-Brunod-va-a-vincere-il-CI-Vertical-(foto-areaphoto.it).jpg
Dennis-Brunod-va-a-vincere-il-CI-Vertical-(foto-areaphoto.it).jpg

Le nevi del Nevegal hanno assegnato i titoli tricolori di scialpinismo, Dennis Brunod e Francesca Martinelli si sono laureati Campioni Italiani nella specialità Vertical.
Il tracciato di gara, anche se è stato modificato rispetto al percorso originale si è dimostrato all´altezza per l´assegnazione di titoli italiani. Quando il sole iniziava a scendere sull´orizzonte, dal Ristoro la Grava sono partiti i giovani, per loro, rispetto ai senior un percorso ridotto. Per tutte le categorie quindi solo salita, 530 metri per i cadetti, 710 metri per i senior.
I responsabili dello sci club Dolomiti ski-alp hanno fatto partire alle ore 15 i senior, alcuni minuti prima erano partiti gli junior. Dennis Brunod, Friedl Mair e Alessandro Follador si sono subito incaricati di tirare il gruppo. Il valdostano è arrivato al primo cambio assetto in leggero vantaggio, ma prima di partire per affrontare il tratto a piedi i due inseguitori avevano annullato il gap. Brunod ha aumentato il ritmo e ha provato a staccare Mair e Follador, al cambio successivo gli automatismi di Brunod sono perfetti e la vittoria diviene sempre più concreta.
Il valdostano sale con un ritmo impressionante, Mair prova a stare incollato al battistrada, ma Brunod è veramente imprendibile. Dennis Brunod chiude la sua gara con il tempo di 25.40. Mair è secondo con quaranta secondi di ritardo, sale sul terzo gradino del podio il bellunese Alessandro Follador.
Mair, terminata la gara non si è fermato per il consueto controllo materiali e i giudici gli hanno inflitto una penalità di cinque minuti che lo ha fatto retrocedere sino alla ventiseiesima posizione.
La classifica vede quindi Alessandro Follador secondo e Filippo Righi terzo, primo tra gli Espoir.
Per quanto riguarda la gara femminile Francesca Martinelli (sc Alta Valtellina) non ha grossi problemi a tenere a debita distanza la friulana Jennifer Senik e Francesca Rossi. La bormina, anche se non è nel periodo di forma migliore, taglia il traguardo posto sopra il Rifugio Bristot in 32.47.
Con il suo tempo riesce a rifilare alla Senik oltre un minuto e mezzo di ritardo. Francesca Rossi dello sci club Ponte nelle Alpi è terza, 35.28 è il suo tempo.
Nella categoria Espoir, Filippo Righi dello sci club Corrado Gex è il nuovo campione italiano. In seconda posizione si è classificato il nuovo astro nascente del Comitato Piemontese appartenente allo sci club Sestriere, Filippo Barazzuol. Completa il podio Paolo Poli del Valgandino.
Tra le ragazze Martina Valmassoi del Dolomiti ski-alp vince su Elisa Compagnoni dello sci club Alta Valtellina. Alessandro Cioccarelli della Polisportiva Albosaggia vince nella categoria Junior, Stefano Stradelli e Nadire Maguet sono rispettivamente secondo e terzo. Tra le donne la valdostana Alessandra Cazzanelli è la nuova campionessa italiana davanti a Silvia Picagnoni e a Chiara Basilico.
Tra i cadetti vittoria di Federico Nicolini del Brenta Team con il tempo di 22.55. Gianluca Vanzetta è secondo mentre Edoardo Pedranzini è terzo. Tra le cadette vittoria di Elisa Antiga.

Fonte areaphoto.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti