La “decima” di Roland Fischnaller: lo snowboarder azzurro trionfa anche a Montafon nel PSL, terzo Mirko Felicetti

Di GIANCARLO COSTA ,

Roland Fischnaller trionfa nel PSL di Montafon (foto FIS)
Roland Fischnaller trionfa nel PSL di Montafon (foto FIS)

La decima sinfonia, pardon vittoria, di Roland “Fisch” Fischnaller riporta il fuoriclasse azzurro dello snowboard sul tetto del mondo. In tre giorni due vittorie, a Carezza era gigante PGS, nell'austriaca Montafon è stato lo speciale PSL, la sua specialità preferita; comunque gigante o speciale la musica non cambia, è lui il dominatore dello snowboard parallelo in quest'inizio di stagione. Ha fatto “strike” degli avversari, e soprattutto annichilito lo squadrone austriaco a casa loro. Superate le qualifiche, negli ottavi ha eliminato il russo Shipilov, quindi nei quarti di finale ha superato la sua “bestia nera” l'austriaco Andreas Prommegger e in semifinale il connazionale Benjamin Karl, un altro mito dello snowboard “speed”. In finale si ripropone il duello di Carezza, con lo sloveno Zan Kosir, stesso avversario, stesso risultato e per Fischnaller decima vittoria in Coppa del Mondo: tutti in piedi e grandi applausi.

Se per Roland Fischnaller questa pare essere la stagione del riscatto dopo un difficile 2014, per la Nazionale del DS Cesare Pisoni le soddisfazioni non sono finite qui. Sul terzo gradino del podio sale per la prima volta Mirko Felicetti, ventiduenne snowboarder della Val di Fassa, alla sua prima stagione di Coppa del Mondo. Ha lasciato tutti di stucco non solo per il bronzo finale, ma anche per la caratura degli avversari eliminati: nei quarti ha eliminato il bi-campione Olimpico Vic Wild (americano con passaporto russo), ha perso in semifinale da Kosir e nella finale per il terzo posto, per nulla scarico, ha superato l'austriaco Benjamin Karl, tanto per annunciare al “wunderteam” austriaco in vista del team event di domani, che lo snowboard italiano non è solo Fischnaller! E' arrivato ai quarti di finale Aaron March, mentre Edwin Coratti, Christoph Mick, Hannes Hofer e Maurizio Bormolini non hanno superato le qualificazioni.

Nella gara femminile, caduta Nadya Ochner quando era seconda in qualifica ed eliminata come Elisa Profenter, Corinna Boccaccini è stata eliminata negli ottavi dalla vincitrice, l'austriaca Sabine Schoffmann che ha superato in finale la tedesca Amelie Kober, con la russa Alena Zavarzina sul terzo gradino del podio davanti alla svizzera Hilde Engeli.

Le interviste ai protagonisti

Il direttore sportivo Cesare Pisoni e l'allenatore responsabile Andrea Matteoli si abbracciano felici lungo il tracciato di Montafon. Due gare di Coppa del mondo, 2 vittorie e 2 terzi posti, questo il bilancio della Nazionale di snowboard parallelo. Cesare Pisoni commenta così la gara: "Felicetti ha dimostrato di essere un leone. Sapevamo che era forte ma è il classico “cavallo pazzo” perchè dobbiamo sempre aspettarci di tutto da lui nel bene e nel male. Oggi ha umiliato fior di campioni, dimostrando tutta la sua classe. Fischnaller ha dimostrato di essere una macchina. Fisicamente non è al meglio ma ha ritrovato la serenità e la tranquillità dei giorni migliori. Adesso cerchiamo di fare bene anche nel team event di domani".

Roland Fischnaller: "Sinceramente non mi aspettavo questo bis due giorni dopo la vittoria di Carezza. Quest'anno sto convivendo col dolore al ginocchio e dopo la gara dell'altro giorno mi è aumentato notevolmente. Qui non sapevo quale piastra usare, alla fine però ho fatto la scelta giusta, sono stato fortunato. A Carezza è stata una vittoria bella perchè mi trovavo davanti ai miei tifosi, a Montafon è stata la vittoria della serenità. Sto ricominciando a divertirmi sulla tavola".

Mirko Felicetti: "Sono molto contento, speravo già a Carezza di valere un buon risultato ma è andata male. Oggi ho potuto rifarmi con gli interessi, battendo i migliori del circuito. Ho cominciato a surfare sulla tavola all'età di 14 anni abbandonando gli sci, ringrazio l'Unione Sportiva Monti Pallidi che mi ha sempre assistito, l'anno passato sono arrivato sesto nella classifica di Coppa Europa e quest'anno voglio provarci seriamente nella coppa più importante. Quando ho superato il traguardo dopo la finalina per il terzo posto ho provato una sensazione bellissima: è come se tutte le fatiche compiute in questi anni fossero svanite in un solo colpo".

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti