Coppa del mondo Sprint: a Ruka esordio vincente per i norvegesi Klaebo e Falla, De Fabiani e Scardoni i migliori azzurri

Di GIANCARLO COSTA ,

Sprint di Coppa del mondo a Ruka (foto fiscrosscountry)
Sprint di Coppa del mondo a Ruka (foto fiscrosscountry)

Si è interrotta nei quarti finale l'avventura degli Azzurri nella prima gara sprint in tecnica classica della stagione di Coppa del mondo di scena a Ruka, in Finlandia. Federico Pellegrino, qualificatosi con il terzo tempo in mattinata, ha chiuso al sesto e ultimo posto la propria batteria, al pari di Francesco De Fabiani e Maicol Rastelli, che hanno ugualmente lotttao fino agli ultimi metri, pur senza riuscire a superare il turno. Stefan Zelger e Giandomenico Salvadori, invece, non hanno centrato l'accesso fra i trenta che si sono giocati il successo. La vittoria come da pronostico è andata al favoritissimo norvegese Johannes Klaebo, alla 28ma vittoria in carriera. Il detentore della sfera di cristallo ha anticipato sul traguardo il connazionale Paal Golberg di ben 4"17 e il francese Richard Jouve di 4"62.

Federico Pellegrino analizza con la consueta lucidità il responso della prima sprint a tecnica classica della stagione in Coppa del mondo, che lo ha visto uscire di scena sulla pista di Ruka nei quarti di finale, dopo avere realizzato il terzo tempo nelle qualificazioni. "Oggi abbiamo visto il bello e il brutto dello sci di fondo - racconta il campione valdostano -. In qualifica nevicava e abbiamo fatto un ottimo lavoro, con sci performanti che ci hanno permesso di ottenere piazzamenti lusinghieri. Poi ha smesso di nevicare e qualcosa è andato storto, mentre le altre nazioni hanno sistemato i loro sci. Nei quarti di finale non avevamo più lo stesso grip, soprattutto in salita, dove si faceva la differenza. Questo è il nostro sport, ci deve far apprezzare ulteriormente le tante volte che abbiamo materiali stratosferici, adesso si volta pagina e pensiamo subito alla gara di sabato, avremo molte altre opportunità per rifarci".

Nella gara femminile niente da fare anche per Lucia Scardoni e Greta Laurent, anch'esse eliminate ai quarti di finale. La veneta e la valdostana avevano approfttato di sci velocissimi nelle qualifiche del mattino per realizzare il primo e terzo tempo, purtroppo si sono fermate nei quarti di finale, staccate nella parte in salita del tracciato che precedeva il rettilineo conclusivo. A trionfare così è stata la norvegese Maiken Caspersen Falla, capace di precedere la svedese Jonna Sundling. Chiude il podio l'americana Sadie Bjornesen, terza con un solo centesimo di vantaggio sulla norvegese Stenseth.

Il programma proseguirà nella giornata di sabato 30 novembre, quando sono previste delle gare di distanza in tecnica classica di 10 km per le donne e di 15 km per gli uomini rispettivamente alle ore 09,45 e 11,30, con diretta televisiva su Raisport ed Eurosport.

Ordine d'arrivo Sprint TC femminile Cdm Ruka (Fin):
1. FALLA Maiken Caspersen NOR 3:07.09
2. SUNDLING Jonna SWE +2.33
3. BJORNSEN Sadie USA +2.77
4. STENSETH Ane NOR +2.78
5. NILSSON Stina SWE +7.00
6. WENG Tiril NOR +17.61

16. SCARDONI Lucia ITA (eliminata nei quarti di finale)
21. LAURENT Greta ITA (eliminata nei quarti di finale)

33. GANZ CATERINA (eliminata nelle qualificazioni)
70. COMARELLA ANNA (eliminata nelle qualificazioni)

Ordine d'arrivo Sprint TC maschile Cdm Ruka (Fin)
1. KLAEBO Johannes NOR 2:39.47
2. GOLBERG Paal NOR +4.17
3. JOUVE Richard FRA +4.62
4. BOLSHUNOV Alexander RUS +5.24
5. IVERSEN EMIL SWE +5.96
6. SVENSSON Oskar SWE +9.50

23. DE FABIANI FRANCESCO (eliminato nei quarti di finale)
26. PELLEGRINO FEDERICO (eliminato nei quarti di finale)
27. RASTELLI MAICOL (eliminato nei quarti di finale)

44. ZELGER Stefano (eliminato nelle qualificazioni)
77. SALVADORI Giandomenico (eliminato nelle qualificazioni)

Fonte fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti