Coppa del mondo sci di fondo: cancellate le sprint americane di Minneapolis

Di GIANCARLO COSTA ,

Annullate le Sprint di Minneapolis (foto fiscrosscountry)
Annullate le Sprint di Minneapolis (foto fiscrosscountry)

L’emergenza coronavirus Covid-19, ormai divenuta una emergenza mondiale, ha rivoluzionato anche il calendario della Coppa del mondo sci di fondo. Le sprint previste per il prossimo martedì 17 marzo a Minneapolis, negli Stati Uniti, sono state cancellate, dopo che si è fermata la NBA e il presidente USA ha dichiarato il blocco dei voli con l’Europa. Salta quindi l'appuntamento in terra americana, mentre al momento restano programmati i due impegni in terra canadese, precisamente in Québec (14-15 marzo) e a Canmore (20-22 marzo).

Proprio in Québec è presente l'azzurro Federico Pellegrino, quarto nella classifica sprint con 385 punti, dietro a Johannes Klaebo con 550 punti, Erik Valnes con 405 e Paal Golberg: il poliziotto di Nus è intenzionato a prendere parte alle due sprint (una a tecnica classica e l'altra a tecnica libera) previste per il weekend.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti