Concluso il raduno al Passo dello Stelvio della Nazionale di Scialpinismo

Di GIANCARLO COSTA ,

La Nazionale di scialpinismo allo Stelvio (foto fisi.it)
La Nazionale di scialpinismo allo Stelvio (foto fisi.it)

Si è concluso con la salita alla vetta della Tuckett (3466 metri di quota) il primo raduno atletico della squadra azzurra di scialpinismo organizzato al Passo dello Stelvio. Il direttore tecnico Stefano Bendetti ha tracciato un bilancio di questi tre giorni in ghiacciaio. «Sono stati tre giorni impegnativi - ha detto Bendetti - ma sono serviti per gettare le basi per la prossima stagione di Coppa del Mondo. Sullo Stelvio abbiamo alternato uscite con gli sci, lezioni teoriche, allenamenti a secco e riunioni tecniche per presentare il nostro programma e la prossima stagione agonistica. I ragazzi mi sono sembrati tutti motivati il gruppo dei Senior si è allenato tutta l’estate con l’obiettivo di ripetere la bellissima stagione dello scorso anno, Espoir e Junior stanno crescendo e sono sicuro che possano gestire al meglio gli impegni agonistici. Per quanto riguarda le categorie giovanili ci sarà un ulteriore raduno al Tonale il secondo week-end di novembre. Questa iniziativa è stata chiamata “Club Italia” ed è riservata ai migliori giovani delle categorie Espoir, Junior e Cadetti che si sono distinti nelle competizioni della passata stagione.

«L’appuntamento più importante - ha ribadito il direttore tecnico - saranno i Mondiali in programma dal 5 al 12 febbraio sulle montagne svizzere di Verbier. Per quanto riguarda la stagione di Coppa del Mondo sarà molto impegnativa e l’inserimento nel calendario internazionale delle tre prove della Grande Course richiederà una costanza di risultati dai primi giorni di gennaio al 25 aprile quando si correrà il Trofeo Mezzalama».

«Per la prima volta - ha concluso Bendetti - in accordo con il mio collega Davide Canclini, responsabile delle squadre giovanili, abbiamo deciso di portare in raduno anche un gruppo di ragazzi “osservati”. Una sorta di seconda linea pronta a entrare in squadra. La nostra intenzione è di aprire il gruppo azzurro, in questo modo i ragazzi non ancora in nazionale hanno potuto vedere come si lavora in team e sicuramente potrebbero essere preparati meglio in caso di una chiamata in squadra nel corso della stagione».

Il primo appuntamento agonistico per la nazionale di scialpinismo sarà in Francia (Puy St. Vincent) il 10 e l'11 gennaio in occasione della prima prova del circuito Scarpa ISMF World Cup.

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti