"Che Inverno che fa" e lo sci va in onda: Marcialonga e Tour de Ski sono alle porte

Di GIANCARLO COSTA ,

Presentazione_"Che_inverno_che_fa".jpg
Presentazione_"Che_inverno_che_fa".jpg

Presentazione originale nello studio di "Che tempo che fa" alla RAI di Milano. Tomba e Zorzi duettano sul Tour de Ski e sui Campionati Mondiali di sci nordico. Maurizio Fondriest e Guidina Dal Sasso col cuore alla Marcialonga, due grandi eventi per il prossimo inverno con un occhio al 2013 e 2014.

L´inverno è alle porte e i due più importanti eventi italiani dello sci, tra i più quotati al mondo, oggi si sono presentati alla stampa in un insolito "talk show" negli studi RAI di "Che tempo che fa", battezzato per l´occasione "Che inverno che fa".

Tour de Ski, Marcialonga, Campionati del Mondo di sci nordico Fiemme 2013 e Campionati del Mondo Junior Fiemme 2014 hanno annunciato programmi e dettagli delle due imponenti macchine organizzative, al lavoro ormai da tempo.

A condurre il talk show la giornalista RAI Ivana Vaccari, con ospiti d´eccezione Alberto Tomba e Cristian Zorzi, punzecchiati su quel grande evento qual è la finale del Tour de Ski, che la Val di Fiemme propone fin dalla nascita del challenge e che continuerà ad organizzare fino al 2015, quindi il campione di ciclismo Maurizio Fondriest e Guidina Dal Sasso, ex azzurra e per ben cinque volte vincitrice della Marcialonga, la mitica granfondo che si corre tra la Valle di Fassa e la Val di Fiemme.

A fare gli onori di casa i due presidenti, Pietro De Godenz per Nordic Ski Fiemme e Alfredo Weiss per la Marcialonga, i quali hanno illustrato ed approfondito curiosità, opportunità e successi degli attesi eventi.

De Godenz non ha mancato di rimarcare l´importante lavoro di gruppo che grazie ai grandi eventi ha centrato l´obiettivo di promuovere la Val di Fiemme nel mondo, grande anche il riscontro mediatico, della tv e della carta stampata. Ma in Val di Fiemme, sia col Tour de Ski che con gli eventi mondiali, si guarda molto più in là, per una "Valleviva" come sottolinea lo slogan, perchè insieme ai grandi eventi l´obiettivo è quello di migliorare la vivibilità della vallata per chi ci abita, e in occasione delle manifestazioni ci saranno eventi collaterali come Fiemme Folk, Fiemme Arena, Fiemme Rock, "South Nordic Festival" e Tour del Gusto, studiati per chi vuole vivere all´aria aperta, per la famiglia e soprattutto per i giovanissimi.

Per Alfredo Weiss la Marcialonga è già un successo, soprattutto di partecipazione con i 7200 fondisti al via il 30 gennaio, ma la nuova iniziativa "Marcialonga Story" del 2013, anno del quarantesimo, sta già riscuotendo incredibile interesse nel mondo. Alla "Story" si correrà con gli sci old style e così sarà pure per l´abbigliamento.

Ivana Vaccari è entrata nel vivo con i due atleti del Tour de Ski, in programma l´8 e 9 gennaio prossimi. "La Final Climb dell´Alpe Cermis è una tappa pazzesca", ha ribadito "Zorro" Zorzi, il quale conta di affrontare la celebre salita non tanto in occasione del Tour de Ski, ma con la massa degli appassionati nella Rampa con i Campioni, una gara open aperta anche agli amatori. Alberto Tomba, l´anno scorso spettatore e "fondista" lungo la rampa del Cermis, ha confessato la sua ammirazione per questo sport di fatica e la sua sorpresa nel vedere le 20.000 persone assiepate a bordo pista. "Mi sono innamorato dello sci di fondo" ha detto il bolognese, e non ha battuto ciglio quando Ivana Vaccari ha proposto una sfida con Zorzi, il fondista all´ingiù con gli sci da alpino e Tomba all´insù con gli sci da fondo.

C´era anche Jurg Capol a questo originale talk show, il direttore FIS della Coppa del Mondo, il quale ha rimarcato il grande interesse per il Tour de Ski e soprattutto per la Final Climb, che è anche la gara più seguita al mondo in TV in questo genere di sport, e Capol ha confermato di voler essere al via con gli sci ai piedi, come "inventore", della Rampa con i Campioni.

Poi è toccato a Guidina Dal Sasso, ex azzurra e grande protagonista della Marcialonga, parlare delle emozioni e dei ricordi indelebili della granfondo trentina. Ricordi forti di quando si passa tra la gante, nei paesi con migliaia e migliaia di persone ad incitare tutti, dal primo all´ultimo. Anche Maurizio Fondriest è un marcialonghista convinto, che si confonde con le migliaia di "bisonti" che affrontano i 70 km da Moena a Cavalese. Anche per lui emozioni a go go in una gara unica al mondo.

Marcialonga non è solo granfondo, nel 2011 si aggiunge anche la Marcialonga Young per i più giovani su un percorso ridotto, ma ci saranno sempre anche la Marcialonga Stars, la gara di solidarietà a favore della Lega Tumori di Trento, la Mini Marcialonga per i più piccoli e poi, con la bella stagione, le già collaudate Marcialonga Cycling e Marcialonga Running.

Nello studio di... "Che inverno che fa" c´erano anche Fabio Santus, vincitore della Coppa del Mondo lunghe distanze, assieme ai colleghi della nazionale, ed altri campioni come Karen Putzer e Kristian Ghedina, pure loro affascinati dallo sci di fondo.

Intanto, mentre i due comitati sono sotto pressione per allestire tutto con la massima cura, la grande attesa è la neve, che si è già annunciata con molto anticipo imbiancando le cime del Trentino.

Fonte Ufficio Stampa Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti