Canale della Virgola vallone del Citrin – Itinerario sci e snowboard-alpinismo | Snow Passion

Canale della Virgola vallone del Citrin – Itinerario sci e snowboard-alpinismo

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura Itinerario canale della Virgola al Citrin
Apertura Itinerario canale della Virgola al Citrin

INIZIO ESCURSIONE: Flassin Saint Oyen (Quota 1400 metri)
ACCESSO: Per arrivare a Flassin, prendere l’autostrada A5 Torino-Aosta, uscire ad Aosta Est, prendere la statale 27 in direzione del Traforo del Gran San Bernardo, circa un chilometro dopo Etroubles svoltare a sinistra prima di Saint Oyen e seguire le indicazione per l’impianto di fondo del Flassin, a quota 1400, parcheggiare in corrispondenza della partenza delle piste di fondo ed iniziare l’escursione.
DISLIVELLO: 950 metri circa
DIFFICOLTA’: II / 4.3 / E1
TEMPO: 2h per la salita
PERIODO CONSIGLIATO da Dicembre a Marzo
ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo
CARTOGRAFIA: IGC n° 4 1:50000

DESCRIZIONE ITINERARIO

Questo è un itinerario ad anello che parte dalle piste di fondo del Flassin, per poi proseguire in direzione del Col Citrin, risalendo prima il dolce e aperto pendio, per poi, attraversare il torrente e salire per il ripido bosco, cercando di seguire i tornanti del sentiero estivo. All’uscita del bosco, il terreno spiana e si prosegue verso le baite, passando sotto i cavi dell’alta tensione, con i tralicci ben visibili. Raggiunte le baite, anziché proseguire verso il classico Col Citrin, si piega a destra e i diagonale in salita si punta verso una cresta ben visibile, la Cote de Citrin a circa 2400 metri di quota. A questo punto, in corrispondenza di un grosso masso, si può cambiare assetto ed iniziare la discesa.

La prima parte della discesa è caratterizzata da grossi massi coperti da neve, con alcuni passaggi delicati per esposizione e per pietre coperte di neve. Entrati nella sezione iniziale bella ripida nel bosco rado, ci si porta nella parte aperta e centrale del canale, qui la pendenza si addolcisce regalando curve in polvere da favola. Il canale visto dalla statale che porta al Tunnel del Gran San Bernardo ha la caratteristica forma a “virgola”, da qui il suo nome. Terminato il canale iniziare una diagonale, che per gli snowboarder può essere fastidiosa soprattutto se “Goofy”, tenerla il più in alto possibile fino a rientrare sulle piste di fondo, e da qui rientrare al Flassin. In alternativa si può parcheggiare in frazione Pleney, evitando sia in salita che in discesa il passaggio sulle piste da fondo.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti