I Campioni del Mondo Matteo Eydallin e Damiano Lenzi vincono la quarta edizione dell’Extreme Badalis

Di GIANCARLO COSTA ,

Matteo Eydallin Campione del Mondo di Scialpinismo e vincitore dell'Extreme Badalis (foto Selvatico)
Matteo Eydallin Campione del Mondo di Scialpinismo e vincitore dell'Extreme Badalis (foto Selvatico)

A Milies, qualche chilometro sopra l’abitato di Segusino, domenica mattina le medaglie d’oro della prova a squadre ai recenti Mondiali di scialpinismo disputati a Verbier, hanno vinto la quarta edizione dell’Extreme Badalis, terza prova della Coppa Italia Trofeo Scarpa.

La gara a squadre organizzata dallo Sci Club Valdobbiadene prevedeva quattro salite e altrettante discese per un dislivello complessivo di sola salita di 1680 metri diluiti in circa 14,7 chilometri.

Il tracciato al confine tra la pianura veneta e le Dolomiti a causa delle condizioni meteo avverse, pioggia in zona partenza e neve in quota, nel corso della notte è stato ridisegnato dai volontari coordinati da Davide Geronazzo per garantire le condizioni di massima sicurezza.

La partenza è stata data regolarmente alle 9.30, ma rispetto ai programmi originali i concorrenti sono partiti a piedi con gli sci nello zaino. Subito dopo il via le due coppie formare da Matteo Eydallin e Damiano Lenzi e da Denis Trento e Tadei Pivk hanno preso il comando scandendo il ritmo. In terza posizione c’erano Davide Pierantoni e Michael Moling, appena dietro la squadra formata da Gil Pintarelli e Michele Maccabelli.

Nella seconda discesa i campioni mondiali rompono gli indugi e iniziano a guadagnare metri su Trento e Pivk, all’imbocco della terza salita con il tratto a piedi “incastrato” tra le rocce del canalino che portava verso il Monte Orsere, i due del Centro Sportivo Esercito sono in perfetta solitudine. Per la vittoria finale i due battistrada devono solo amministrare il vantaggio e non commettere nessun errore.

Eydallin e Lenzi si affacciano nell’ultimo muro, tolgono gli sci come da regolamento e tagliano il traguardo in 1:47’26’’, conquistano la seconda posizione Denis Trento e Tadei Pivk con il tempo di 1:49’50’’.

Sul terzo gradino del podio salgono Davide Pierantoni e Michael Moling. La coppia Gil Pintarelli e Michele Maccabelli sono quarti mentre Matteo Quadrubbi e Manuel De Gasperi sono quinti.

Nella gara femminile le due azzurre, Martina Valmassoi ed Elena Nicolini, partono subito al comando della gara, alle loro spalle Cecilia De Filippo e Birgit Stuffer, e ancora più staccate Federica Vecelio e Roberta Dal Borgo.

La coppia Valmassoi-Nicolini lungo il percorso non ha nessun problema a mantenere la leadership. Le azzurre tagliano il traguardo con il tempo di 2:17’43’’. Cecilia De Filippo e Birgit Stuffer confermano la seconda posizione in 2:23’35’’. Il podio è completato da Federica Vecelio e Roberta Dal Borgo.

Nella gara Junior che prevedeva circa 1000 metri di dislivello ha vinto Fabio Pettinà primo tra gli Junior. Mentre tra le donne la vittoria è andata a Mara Martini.

L'Extreme Badalis che gode del patrocinio del Comune di Segusino mette in archivio un'edizione di difficile gestione a causa delle condizioni meteo proibitive che però hanno testato nel migliore dei modi le capacità organizzative dello Sci Club Valdobbiadene. Questa mattina le Dolomiti a Nord, e la laguna veneta a Sud non si sono lasciate vedere ma hanno dato un arrivederci al prossimo anno.

Fonte Areaphoto

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti