Befanalauf: vincono Cattaneo e la Valbusa

Di DAVE ,

Partenza Befanalauf.
Partenza Befanalauf.

Si è decisa ancora una volta allo sprint la Befanalauf, la granfondo di sci nordico che tradizionalmente si tiene il giorno dell’Epifania. A salire sul gradino più alto del podio è ancora lui, Marco Cattaneo, il dominatore delle “long distance race” di questa prima parte della stagione. Il fondista di Caronno Pertusella, in provincia di Varese, ha avuto la meglio sul compagno di tante sfide, Roberto De Zolt, che da due stagioni ha abbandonato la categoria “pro”, e sul plurimedagliato di skiroll, Alfio Di Gregorio, terzo classificato.

I tre hanno sono andati in fuga dopo il giro di lancio avvenuto nel centro fondo Millegrobbe che da due stagioni ospita la Befanalauf, e una volta entrati nei boschi dell’altopiano di Lavarone hanno collaborato incrementando il proprio vantaggio sui diretti avversari. In vista dell’arrivo il fondista delle Fiamme Oro ho incrementato la frequenza delle spinte e ha potuto così tagliare il traguardo a braccia alzate.

“Sono andato oltre la tombola” commenta all’arrivo Marco Cattaneo “perché con quella di oggi sono 6 le vittorie da inizio stagione”. In effetti un ruolino di marcia straordinario per il filiforme fondista varesino che, dopo la vittoria alla Sgambeda, alla Turmasi, alla Galopera e a due prove di Coppa Italia, oggi infila un’altra stoccata vincente che lascia ben sperare in vista dell’appuntamento clou della stagione, la Marcialonga di Fiemme e Fassa: a fine mese Marco Cattaneo è atteso ad un’altra prova eccellente.

Grazie alle abbondanti nevicate che hanno ricoperto il comprensorio dell’altopiano trentino, gli organizzatori dello Sci Club Schio hanno deciso di estendere il tracciato a 35 chilometri (invece degli ufficiali 30 chilometri) sfruttando la ragnatela di piste e sentieri che si estende tra i due centri fondo di Millegrobbe e Campolongo, quest’ultimo sull’altopiano di Asiago. Una soluzione che ha reso ancor più dura, ma anche più affascinante, la competizione odierna, non solo per gli atleti elite, ma anche per i 430 amatori che hanno deciso di animare la Befanalauf. Tra questi anche Marco Selle, l’allenatore della nazionale maschile di sci di fondo che, avendo chiuso da poche ore il capitolo Tour de Ski, ha voluto “distrarsi” con una granfondo.

Ad attendere il vincitore, e ancor di più la vincitrice, una “Befana” con tanto di scopa dorata, riservata alla prima classificata che, nel caso della gara femminile non poteva che essere lei, Sabina Valbusa, unica donne elite che ha chiuso la Befanalauf con il 18esimo tempo assoluto. Al secondo posto Daniela Carmagnola, compagna nella vita di Alfio di Gregorio e terzo gradino del podio per Rosanna Costa.

E via via, mentre gli amatori tagliavano il traguardo, prendeva corpo la Befanina con oltre 150 ragazzi e ragazze (da 4 anni agli under 17) che si sfidavano su un tracciato di pochi chilometri e che hanno condiviso con gli amatori della granfondo il medesimo striscione d’arrivo. Per tutti loro un unico premio: una calza colma di dolci consegnata direttamente dalle mani dei due vincitori.

Classifica maschile

1 Cattaneo Marco 1974 G.S. Fiamme Oro Moena 01:43:54
2 De Zolt Ponte Roberto 1970 G.S. Hartmann 01:43:58
3 Di Gregorio Alfio 1970 G.S.A. Vicenza 01:44:02
4 Debertolis Ivan 1980 G.S. Hartmann 01:48:49
5 Masiero Guido 1955 G.S. Hartmann 01:50:15
6 Crestani Marco 1964 G.S.A. Asiago 01:50:38
7 Redolf Federico 1972 G.S. Hartmann 01:50:53
8 Merlin Francesco 1971 Sci Nordico T. Euganee 01:51:07
9 Benamati Michele 1970 Triathlon Trentino 01:51:08
10 Benetti Francesco 1962 G.S.A. Asiago 01:51:09

Classifica femminile

1 Valbusa Sabina 1972 C.S. Forestale 01:54:16
2 Carmagnola Daniela 1973 G.S.A. Vicenza 02:08:07
3 Costa Rosanna 1962 Sci Cai Schio 02:10:32
4 Jellici Carla 1969 Bogn Da Nia Val Di Fassa 02:12:45
5 Dawson Natalie 1980 02:15:1

Fonte: comunicato stampa



Può interessarti