L'azzurra Stephanie Santer conquista la FIS Marathon Cup 2012 a Lillehammer (NOR)

Di GIANCARLO COSTA ,

Stephanie-Santer-vincitrice-della-FIS-Marathon-Cup 2012.jpg
Stephanie-Santer-vincitrice-della-FIS-Marathon-Cup 2012.jpg

Grazie al secondo posto alla Birkebeinerrennet svoltasi oggi in Norvegia, la fondista di Dobbiaco conquista la Coppa del Mondo delle granfondo nordiche. Alla prima esperienza nel circuito delle Lunghe Distanze, Stephanie Santer ha mantenuto una regolarità di risultati nelle 8 gare a cui ha partecipato che le ha consentito di vincere la sfera di cristallo della FIS Marathon Cup 2012.

Tra gli uomini, domenica ha vinto Anders Aukland con Florian Kostner migliore degli italiani, undicesimo, e primo degli azzurri nella classifica generale (sesto posto) della FIS Marathon Cup 2012 vinta dal ceco Stanislav Rezac.

Nonostante il ruolo di rookie nella FIS Marathon Cup, Stephanie Santer ha sbaragliato il campo delle avversarie scandinave e svizzere, e conquista la sfera di cristallo nell'ultima gara del circuito, la Birkebeinerrennet. Sulle nevi di Lillehammer la fondista altoatesina ottiene la seconda piazza inserendosi tra le dirette avversarie e pretendenti al titolo finale: la svizzera Seraina Boner (vincitrice anche lo scorso anno lungo i 54 chilometri da percorrere in tecnica classica) e la svedese Jenny Hansson, oggi terza classificata.

Al termine della gara i conti sono presto fatti: Stephanie Santer conquista la FIS Marathon Cup con 511 punti davanti a Seraina Boner (485 points) e a Jenny Hansson (442 points). Antonella Confortola chiude all'ottavo posto con 252 punti.

«Non nascondo che questa mattina sentivo un po' di pressione perché sapevo che dovevo fare una buona gara per poter conquistare la Coppa - commenta Stephanie Santer - Non conoscevo il tracciato, se non i primi 15 chilometri, e quando mi son trovata in mezzo alle salite mi sono chiesta spesso quando queste finissero». Forse, con il senno del poi, l'essere all'esordio alla Birkebeiner, è stata una fortuna: «Si esatto, perché non sapevo dove attaccare, e allora sono andata regolare» prosegue la Santer, ma c'è stato un momento chiave nella gara dell'azzurra: «Quando ho raggiunto Antonella (l'azzurra Confortola è giunta quarta all'arrivo, ndr) e ho intravisto la svedese Hansson ho capito che poteva essere la mia chance - ha concluso una radiosa Stephanie - e ho dato tutto quello che avevo: finire al secondo posto e vincere la classifica generale è meraviglioso».

Tra gli uomini ottima prova del gardenese Florian Kostner che chiude all'undicesimo posto assoluto la Birkebeiner e conclude in sesta posizione il ranking finale della FIS Marathon Cup. Anche per lui, come per la fidanzata Santer, la partecipazione alle gare della Worldloppet ha rappresentato una "prima volta", sfiorando il podio in due occasioni, alla Transjurassienne e alla Finlandia Hiihto. «Essere esordiente nel circuito Worldoppet mi ha consentito di scoprire molte cose di queste competizioni, e per il prossimo anno avremo molta più esperienza e potremo fare più concorrenza ai fondisti scandinavi» ha commentato Florian. Nella classifica generale gli altri azzurri della Nazionale di Lunghe Distanze: 8° Sergio Bonaldi (con due secondi posti), 11° Fabio Santus (con la vittoria alla Dolomiten Lauf), 18° Marco Cattaneo, 22° Simone Paredi, 28° Cristian Zorzi (terzo alla Engadin Skimarathon) e 33° Bruno Carrara.

Norvegia

Birkebeinerrennet 54Km CT

Classifica Maschile

1 Anders Aukland NOR 2:21:34

2 Roger Aa Djupvik NOR 2:21:58

3 Espen Harald Bjerke NOR 2:22:09

11 Kostner Florian ITA 2:26:31

25 Marco Cattaneo ITA 2:29:58

27 Simone Paredi ITA 2:29:59

Classifica Femminile

1 Seraina Boner SUI 2:47:03

2 Stephanie Santer ITA 2:50:08

3 Jenny Hansson SWE 2:50:37

4 Confortola Antonella ITA 2:51:37

Informazioni per il pubblico: www.worldloppet.com

Fonte Ufficio Stampa COMeta PRess

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti