Anche i cinesi al via del Tour du Rutor Extreme

Di GIANCARLO COSTA ,

apertura Tour du Rutor
apertura Tour du Rutor

Arrivano i cinesi al Tour du Rutor Extreme

Questa è solo una delle chicche della finale di Coppa del Mondo di scialpinismo che scatterà venerdì 3 aprile a Valgrisenche, in Valle d'Aosta, e che terrà banco fino a domenica con tre tappe,  con oltre 6300 metri di dislivello da affrontare.

Ci sarà una squadra cinese al maschile, con Chunsen Huang e Yubo Jin, ed una al femminile con Xiaodi Cui e Na Zhang, ma anche una formazione americana con Lyndsay Meyer e Nina Silitch le quali si sono già viste in azione in Coppa del Mondo. Una gara, insomma, che accende l'interesse non solo dei campioni dello skialp.

Nella starting list ci sono i top team francesi, svizzeri, spagnoli, ma anche quelli sloveni ed inglesi e tanti, tantissimi italiani.

In tutto oltre 320 atleti, e per una gara di questa levatura, impegnativa per via delle tre tappe e per questo unica in Italia, è un traguardo ragguardevole.

Ma non c'è tempo per i dirigenti dello Sci Club Gex di Arvier di gustarsi queste soddisfazioni. Gestire tre gare - perchè tali sono le tre tappe - non è cosa da tutti e soprattutto col percorso che si sviluppa in alta quota dove sta nevicando.

Ultimi scampoli di una perturbazione che dovrebbe lasciare presto la zona, per far posto a tre giornate indimenticabili di sport. Da venerdì il tempo infatti dovrebbe migliorare nettamente (come annunciano le previsioni meteo) fino ad arrivare a domenica con una splendida giornata di sole.

Sono già stati elitrasportati in quota i bivacchi del soccorso alpino della Valle d'Aosta, in particolare quelli necessari per la tappa del Rutor in programma sabato.

I tratti in cresta sono già stati messi in sicurezza, con tracce e corde (ma vista la recente nevicata i tecnici dovranno rifare la tracciatura) ed ora i responsabili si stanno concentrando sugli allestimenti di questa 14.a edizione del Tour du Rutror Extrême, una gara storica e che fa parte del Trophée des Alpes insieme alla Pierra Menta.

L'evento presenta anche un aspetto culturale con le mostre fotografiche già annunciate, ma ha suscitato interesse pure l'iniziativa sostenuta dall'Assessorato Istruzione e Cultura che per venerdì 3 aprile organizza un'attività per un gruppo di studenti nel settore dello scialpinismo.

"Abbiamo accettato molto volentieri -afferma l'assessore Laurent Viérin - l'invito degli organizzatori ad assistere alla manifestazione con la presenza di circa 170 studenti, individuati dalle istituzioni scolastiche di scuola secondaria di primo grado E.Martinet e Saint-Roch di Aosta, per favorire la valorizzazione delle offerte sportive della neve sul territorio valdostano nonché la conoscenza e un primo approccio allo scialpinismo attraverso la presenza di questi ragazzi ad una delle più importanti manifestazioni del settore, che vede la partecipazione dei migliori atleti della specialità".

Il programma degli alunni e dei loro accompagnatori, annuncia il comunicato della Regione, prevede di assistere alla manifestazione, partecipare ad attività di studio dell'ambiente e di scoperta del territorio montano valdostano con la collaborazione di guide alpine e accompagnatori della natura, durante la tappa dell'Arp Vielle.

Per quanto riguarda i pronostici di gara, al maschile sono favorevoli agli azzurri, che contano di consolidare il primato in classifica di Coppa del Mondo del portacolori del CS Esercito Manfred Reichegger, il quale sarà in gara con Dennis Brunod. Tra le donne la situazione vede al comando la francese Roux. Per la Pedranzini, seconda, ci potrebbe stare una vittoria con la compagna di squadra (Sci Club Alta Valtellina) Francesca Martinelli, ma per la vittoria di Coppa, visto il divario di 59 punti, bisognerebbe sperare in una debacle della francese, decisamente la più forte in questa stagione.

Al Tour du Rutor Extrême saranno assegnati anche due importanti riconoscimenti. Il primo è il Memorial Yves Bertossi, un trofeo annuale offerto dalla famiglia Bertossi ed assegnato per la categoria Senior alla prima squadra composta da atleti iscritti ad uno Sci Club della Comunità Montana Grand-Paradis, mentre per le categorie Junior e Cadetti maschili alle prime squadre composte da atleti residenti in Valle d'Aosta. Il secondo è il "Memorial Remo Brédy", un trofeo triennale consecutivo offerto dalla famiglia Brédy che verrà assegnato alla migliore squadra di atleti residenti in Valle d'Aosta.

La prima tappa del Tour du Rutor Extrême scatterà venerdì da Valgrisenche alle 8.30, sabato il via da Planaval e domenica ancora da Valgrisenche.

Comunicato Ufficio Stampa Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti