Alpitec China 2018: presente e futuro degli sport invernali in Cina

Di GIANCARLO COSTA ,

Alpitech Cina
Alpitech Cina

Alpitec China è da 10 anni la piattaforma per la tecnologia alpina ed invernale in Cina. In vista dei Giochi Olimpici Invernali del 2022 a Pechino, questo settore sta registrando un forte boom e, di conseguenza, cresce anche la fiera specializzata per far fronte alle crescenti esigenze del mercato asiatico. La superficie espositiva aumenta di oltre il 60% arrivando a coprire un'area di circa 4.500 m².

Per l'edizione che celebra il decimo anniversario, a gennaio 2018, Alpitec China si presenta quindi più grande che mai, ed offre ai visitatori una panoramica completa di questo settore. Oltre al French Village e all'Austrian Village, anche la Svizzera è rappresentata con uno stand collettivo. Inoltre, già dieci nuovi espositori hanno confermato la partecipazione alla prossima edizione, fra cui, oltre a nomi internazionali, soprattutto aziende cinesi.

I Giochi Olimpici Invernali che avranno luogo in Asia due volte di seguito sono già sulla bocca di tutti. Dopo i Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang nella Corea del Sud, dal 9 al 25 febbraio 2018, l'attenzione è focalizzata sulle Olimpiadi 2022 a Pechino: è imminente la progettazione delle nuove infrastrutture e le grandi aziende internazionali fanno a gara per aggiudicarsi le grandi commesse. Ciò naturalmente si ripercuote positivamente sullo sviluppo della fiera specializzata per la tecnologia alpina ed invernale: rinomati espositori aumentano la propria presenza e un numero sempre maggiore di aziende cinesi si avvale di Alpitec China per presentarsi sul mercato.

L'entusiasmo e l'interesse per gli sport invernali in Cina sono chiaramente percepibili, sia da parte dei politici sia della popolazione. Con un numero crescente di persone sulle piste da sci cinesi, il tema della sicurezza diventa sempre più importante. Questo sarà tra l'altro uno degli argomenti trattati all'Asia Pacific Snow Conference (APSC) che avrà luogo il 25 gennaio 2018.

“L'industria dello scii e dello snowboard in Cina si sta sviluppando e gli standard di sicurezza devono tenere il passo con questo sviluppo. Ciò che è accettabile in un resort in Europa o Canada, potrebbe non esserlo negli Stati Uniti o in Nuova Zelanda, anche se le best practice si estendono al di là dei confini geografici. In Europa, la montagna come meta di vacanza ha una lunga storia e vi sono meno vertenze giudiziarie che nell'America del Nord, quindi per i vacanzieri le differenze sono notevoli. Queste differenze culturali sono un fattore positivo per l'industria, ma è importante che gli sciatori e i praticanti dello snowboard, nei resort in tutto il mondo possano fare affidamento su elevati standard di sicurezza e sulla competenza in caso di necessità di un intervento di soccorso. Tre dei temi più importanti per lo sviluppo in Cina sono pertanto: gestione del rischio, competenza nel controllo e direttive per processi standardizzati”, afferma Richard Wyne di Polar Solutions (Canada), uno dei relatori della conferenza.

La presentazione del nuovo “White Book 2017” è un highlight assoluto dell'evento: Wu Bin, direttore strategico della divisione Resort Sciistici del Gruppo Vanke e vicepresidente del famoso Vanke Lake Songhua Resort, descrive i resort sciistici cinesi e lo status-quo in Cina sulla base dei dati attuali. Laurent Vanat, fondatore di Vanat Consulting SARL (Canada), presenta subito dopo le cifre a livello internazionale. Mat Woods, Head of Sales di Cardrona Alpine Resort in Nuova Zelanda, spiega come strutturare l’offerta di un resort. L'ultima edizione della conferenza, con oltre 400 partecipanti, aveva registrato il tutto esaurito e anche l’APSC 2017 si conferma un must per tutti i gestori dei comprensori sciistici e degli impianti di risalita che si vogliono presentare preparati al meglio per affrontare le sfide del futuro.

Complessivamente Alpitec China 2017, con 68 espositori da undici Paesi e più di 40.000 visitatori (con ISPO Beijing) è stata un grande successo. La decima edizione avrà luogo, come al solito, assieme a ISPO Beijing, la fiera leader per numerosi settori sportivi in Asia, dal 24 al 27 gennaio 2018 nel China National Convention Center di Pechino.

Fonte Fiera Bolzano

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti