A Piancavallo gli azzurri Eydallin, Antonioli, Reichegger e Trento vincono la medaglia d´oro nella staffetta dei Campionati Mondiali di scialpinismo.

Di GIANCARLO COSTA ,

Denis-Trento-protagonista-della-vittoria-azzurra-nella gara a-staffetta.gif
Denis-Trento-protagonista-della-vittoria-azzurra-nella gara a-staffetta.gif

Nella giornata di chiusura dei Campionati del Mondo di Claut nel polo sciistico di Piancavallo sono state assegnate le medaglie nella staffetta. La spettacolare gara, racconta la forza e la tenacia non di un solo elemento, ma di un´intera nazione, un mix tra le doti di tutti gli staffettisti.

La gara al maschile è stata incerta sino alla fine, con la Svizzera, Italia e Francia che battagliavano per l´oro. All´inizio la Svizzera è partita subito in testa, Eydallin primo frazionista azzurro non riusciva a tenere il passo di Marcel Marti. Yannick Buffet è il primo a entrare in zona cambio.

Nella seconda frazione se la vedono Robert Antonioli, Yannick Ecoeur per la Svizzera e Didier Blanc per la Francia. Robert Antonioli riesce a colmare il gap che c´è con il battistrada, e cambia in seconda posizione. Antonioli ha corso una frazione strepitosa facendo registrare il secondo miglior tempo.

Al successivo cambio è sempre la Svizzera in testa, Manfred Reicchegger se la gioca con Martin Anthamatten che sembra avere un'altra marcia. E´ nell´ultima frazione che c´è il capolavoro di Denis Trento. Il valdostano parte con il mirino puntato sullo svizzero, Marcel Theux, la prima salita lo lascia sfogare, ma nel tratto a piedi spinge sull´acceleratore e se ne va verso i tre compagni che lo stanno aspettando sotto lo striscione d´arrivo. L´Italia dello scialpinismo vince la sua decima medaglia d´oro.

Nel medagliere di questi Mondiali l´Italia è terza con ventisette medaglie, oltre agli ori ci sono dodici medaglie d´argento e cinque di bronzo.

Nella gara al femminile la Svizzera conduce frazione dopo frazione, alle loro spalle inseguono Francia e Spagna. La Spagna riesce a mettere l´ipoteca sulla medaglia di bronzo grazie alla straordinaria Mireia Mirò Varela che fa registrare il miglior tempo della giornata.

La Svizzera vince la medaglia d´oro con il tempo di 24.26, Francia e Spagna sono argento e bronzo. Le italiane, Corinne Clos, Silvia Piccagnoni e Martina Valmassoi sono quinte con 28.35.

Per quanto riguarda i giovani in casa Italia arriva un'altra medaglia argento con Alessandra Cazzanelli, Luca Faifer e Nadir Maguet. Maguet, al suo primo anno d´agonismo, arriva all´ultimo cambio pelli con circa quindici secondi di vantaggio. L´azzurro pasticcia con le pelli di foca e perde in un soffio tutto il vantaggio. Lo svizzero Alan Tissieres taglia il traguardo abbracciando Jennifer Fiechter e Thomas Corthay. Si aggiudicano la terza posizione, i francesci Axelle Mollaret, Emilio Corbex e Idris Hirsch.

I Campionati del Mondo di sci alpinismo confermano Piancavallo come polo ideale per le competizioni più brevi e spettacolari di questa entusiasmante disciplina. Grazie alla preziosa e insostituibile collaborazione del direttore Enzo Sima, Piancavallo ha dimostrato, primo fra tutti, una naturale predisposizione a ospitare gare altamente spettacolari.

La prima si è disputata martedì 22. Le ripide tracce della pista Salomon hanno regalato agli atleti una magnifica gara Vertical. Si trattava di una cronoscalata che ha premiato l´incredibile atleta spagnolo Kilian Jornet Burgada il quale, con una salita molto tecnica, ha percorso tutto d´un fiato i 540 m di dislivello fino alla Val dei Sass in soli 24´. I risultati più eclatanti sono stati raggiunti nelle giornate di mercoledì e di oggi con la Sprint e la Staffetta presso la Busa del Sauc. Morfologia del terreno, impeccabile preparazione delle piste, grande professionalità e disponibilità dei tecnici Promotur, hanno permesso la realizzazione di due tracciati ad alti contenuti tecnici, che hanno raccolto unanimi apprezzamenti da parte di tutti gli addetti ai lavori, in particolare dai vertici della federazione internazionale di sci alpinismo ISMF.

Intervistato sul campo di gara, il direttore Sima con la consueta lungimiranza si è detto pronto a raccogliere i frutti di questo trittico internazionale che potrebbero consacrare Piancavallo tra i primi poli turistici invernali in Italia votati allo sci alpinismo.

I Campionati del Mondo si concluderanno questa sera con le premiazioni delle staffette e con la spettacolare cerimonia di chiusura. Dopo i discorsi ufficiali e la formula di chiusura pronunciata dal presidente Lluis Lopez, la fiaccola di Claut 2011 si spegnerà lasciando lo spazio alla festa organizzata per tutti gli atleti e per tutti gli appassionati dello scialpinismo.

Uomini 1. ITALIA, Matteo Eydallin, Robert Antonioli, Manfred Reichegger, Denis Trento, 26.35; 2. SVIZZERA, Marcel Marti, Yannick Ecoeur, Martin Anthamatten, Marcel Theux, 26.36; 3. FRANCIA, Yannick Buffet, Didier Blanc, Xavier Gachet, William Bon Mardion, 27.28.

Donne 1. SVIZZERA, Nathalie Etzensperger, Gabrielle Magnenat, Mireille Richard, 24.56; 2. FRANCIA, Emilie Favre, Sandrine Favre, Laetitia Roux 25.05; 3. SPAGNA Cristina Bes I Ginesta, Gemma Arrò, Mireia Mirò Varela, 26.22.

Giovani 1. SVIZZERA, Jennifer Fiechter, Thomas Corthay, Alan Tissieres, 24.36; 2. ITALIA, Alessandra Cazzanelli, Luca Faifer, Nadir Maguet, 24.39; 3. FRANCIA, Axelle Mollaret, Emilio Corbex, Idris Hirsch, 24.48.

Fonte press.areaphoto.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti