2a Tappa Tour du Rutor Extreme - Valgrisenche (AO)

Di GIANCARLO COSTA ,

apertura TdR tappa 2
apertura TdR tappa 2

Il secondo giorno del Tour du Rutor ha offerto una grandissima tappa. Scenario da favola, con il sole a riscaldare la neve indurita dal rigelo notturno, dopo la polvere di ieri. Oggi la gara si è sviluppata nel vallone dell'Arp Vielle, 2150 metri di dislivello e 17 km di sviluppo, distribuiti in tre salite, al Col Grand Coussa, al Mont Arp Vieille, con un tratto in discesa a piedi in cresta e la terza ripidissima al Col Glacier de Morion, col tratto finale a piedi e la ripidissima discesa fino al traguardo sulle piste di fondo di Mondanges. Una gara durissima, emozionante come non mai, con un testa a testa tra italia Svizzera e Francia.Il primo cambio, con 5 squadre ancora insieme, pelli che volavano, attacchi che si chiudevano alla velocità della luce era spettacolare, poi il gruppo si sgrana sul percorso in una lunga fila indiana.

Sulla terza salita, e questo sarà anche l'ordine d'arrivo finale, arrivano per primi Matteo Eydallin e Denis Trento, vincitori in 2:14'50", che guadagnano e gestiscono un vantaggio sugli svizzeri Ecouer-Troillet 2° 2:15'20" e sugli spagnoli Jornet-Sola Pastoret 3° 2:16'59". Più staccati i francesi Sbalbi-Blanc, poi l'altra squadra italiana Reichegger-Holzknech, con Manfred Reichegger sempre più avviato alla conquista della Coppa del Mondo assoluta di scialpinismo. Sesti  e autori di una grande gara Ivan Murada e Jean Pellissier.

Nella gara femminile continua il dominio delle bormine Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini, mentre in questa tappa, par la lotta al secondo posto la spuntano le ragazze di casa Gloriana Pellissier-Corinne Clos sulle francesi Laetitia Roux e Nathalie Bourillon.

Poi tutto il serpentone dei concorrenti, ognuno alle prese con la sua personale sfida, per la posizione in classifica, per la sfida all'amico, per la  preparazione al prossimo Mezzalama. E poi una distesa di montagne illuminate dal sole accecante di giornata, in questo piccolo angolo di paradiso che è la Valgrisenche.

A domani per l'ultima tappa, quella regina del Rutor.

In allegato la classifica dopo 2 tappe.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti