Attualità

Presentata la composizione della Nazionale di snowboard per la stagione 2014/15

Di Giancarlo Costa

Il gruppo della nazionale di Snowboardcross

Il Consiglio federale, riunito oggi a Milano, ha preso atto delle delibere del Presidente ratificando così la nomina dei Direttori Sportivi di Sci Alpino, Sci Nordico e Snowboard-Freestyle. Sono stati altresì definiti gli organici delle squadre 2014-2015 per le stesse discipline, con l'eccezione del settore Freestyle, che sarà varato prossimamente.

Per ogni squadra è stato definito il budget e sono stati predisposti i contratti per i tecnici, che avranno la durata di 2 anni, rinnovabili per altri 2.

E ...

Continua a leggere

Altri due incidenti mortali sulle montagne piemontesi: sulla punta Terrarossa in Val d'Ossola e sul Gelas in valle Gesso

Di Giancarlo Costa

Monte Saint Robert (foto LaStampa.it)

Altri due incidenti mortale funestano lo scialpinismo piemontese.

Questa volta è stata coinvolta una scialpinista ossola, Elena Ferraris 37 anni di Crevoladossola, precipitata sul versante della punta Terrarossa nella zona del passo del Sempione. La donna è caduta a causa del distacco di un «cornicione» di neve:, precipitando per diversi metri.  Il corpo è stato recuperato dagli uomini del soccorso alpino e trasferito in elicottero all’obitorio dell’ospedale San Biagio.

In provincia di Cuneo è toccato a uno scialpinista ...

Continua a leggere

E' morto lo scialpinista cuneese Mario Monaco sulla Pointe de Charbonnel in Francia

Di Giancarlo Costa

Mario Monaco in vetta al Cho Oyu (foto LaStampa.it)

Un'altra tragedia in montagna colpisce il mondo dello scialpinismo cuneese. Nello stesso giorno in cui è successo l'incidente nel canalone Lourousa in Valle Gesso in cui hanno perso la vita in una valanga Daniele Vottero Reis e Fabrizio Jacob, stessa sorte è toccata a Mario Monaco sulla Pointe de Charbonnel, cima di 3760 metri della Savoia francese.

Mario Monaco, cuneese di 50 anni, era uno dei massimi esponenti dello sci ripido italiano, con discese come la parete Ovest ...

Continua a leggere

Valanga nel canalone di Lourousa in Valle Gesso (CN): due morti e tre feriti

Di Giancarlo Costa

Canalone di Lourousa (foto gambeinspalla.org)

E' una grande classica dello sci ripido piemontese e nazionale, il canalone di Lourousa, a quota 3220 metri in Valle Gesso sopra le Terme di Valdieri. Sceso per la prima volta nel 1973 in sci da Heini Holzer, ogni anno viene ripetuto soprattutto in questo periodo. E' anche tristemente famoso per le vittime che ha mietuto nella storia dello scialpinismo, tant'è che alla base del canalone c'è una pietra con le fotografie ricordo di chi ha perduto la ...

Continua a leggere

Valanga sull'Uia di Ciamarella nelle Valli di Lanzo (TO), un morto e quattro feriti

Di Giancarlo Costa

Uia di Ciamarella (foto kaps.it)

Uno scialpinista di 33 anni di Collegno è morto, altri quattro sono rimasti feriti a causa di una valanga che si è staccata nella mattina del 1° maggio verso le ore 11 dall'Uia di Ciamarella (quota 3676 metri) sulle Alpi Graie, nelle Valli di Lanzo. Il gruppo era arrivato quasi in vetta, quando è avvenuta la tragedia.

Per Enrico Cerro i soccorsi sono stati inutili: il cadavere è stato recuperato nel pomeriggio. I quattro feriti sono Manuele Cola, 33 ...

Continua a leggere

Mezzalama maratona di ghiaccio al Trento Film Festival

Di Giancarlo Costa

Il Trofeo Mezzlama.jpg

Sarà presentato mercoledì 30 aprile al Trento Film Festival il documentario Mezzalama Maratona di Ghiaccio prodotto dalla trentina GiUMa produzioni in collaborazione con la Fondazione Trofeo Mezzalama e la Filmcommission Valle d’Aosta.

Diretto da Angelo Poli, scritto con Chiara Giuliani e fotografia di Gianni Monfredini, il documentario racconta la storia di una famiglia particolare. Una famiglia di atleti, chi professionista, chi semplice amatore, ma ognuno spinto dalla stessa passione: lo scialpinismo. Uno sport che richiede fatica, allenamento, spirito di ...

Continua a leggere

Lo scialpinismo sport olimpico alle Olimpiadi invernali 2022

Di Giancarlo Costa

Il colonnello Marco Mosso, il Ct Oscar Angeloni e Stefano Mottini, fondamentali per la promozione dello scialpinismo a sport olimpico

Di Luca Casali

Il board del Cio lo ha scelto come sport di interesse, il dossier è stato preparato dal Centro sportivo Esercito di Courmayeur.

Duemilaventidue, anno nel quale lo scialpinismo dovrebbe diventare sport olimpico. Il condizionale è più una formalità che un obbligo stante quanto è emerso dall'ultimo meeting Cio del 15 aprile a Belek, in Turchia. L'executive board del Comitato ha riconosciuto lo scialpinismo come sport di interesse olimpico. Che significa? Che nei prossimi due anni ...

Continua a leggere

Il rieletto Presidente FISI Flavio Roda ha incontrato a Milano le squadre di snowboard, sci freestyle e sci alpino

Di Giancarlo Costa

Flavio Roda (foto LaStampa.it)

Il Presidente Flavio Roda e il consigliere federale per gli atleti Gabriella Paruzzi hanno incontrato nella sede della Federazione Italiana Sport Invernali i componenti delle squadre di Coppa del mondo, Coppa Europa e FuturFisi di sci alpino, snowboard e freestyle. Gli incontri si sono svolti in un clima di totale serenità e spirito di collaborazione, dove i presenti hanno potuto confrontarsi, dare indicazioni e fare proposte per affrontare al meglio le importanti sfide future che attendono la Federazione e mantenere ...

Continua a leggere

Valanga sullo Chaberton in Val Susa (TO), morto uno scialpinista francese

Di Giancarlo Costa

Il forte in vetta allo Chaberton

Ancora una tragedia sulle montagne piemontesi della Val Susa. Questa volta la valanga s'è staccata nel vallone Pra Claude alle pendici del monte Chabetorn in territorio italiano ed ha travolto uno scialpinista francese.  

Sono ancora da accertare le esatte cause dell’incidente, ma da una prima ricostruzione l’ipotesi è quella che a staccare l’enorme massa di neve a lastroni, siamo stati proprio gli sci del francese mentre stava scendendo davanti alla sua compagna, rimasta fuori dalla valanga ...

Continua a leggere

Valanga a Cheneil-Valtournenche (AO) durante l'eliski: morta la guida alpina Simona Hosquet

Di Giancarlo Costa

Simona Hosquet (foto LaStampa.it)

Incidente mortale nel vallone di Cheneil in Valtournenche. Intorno alle 12,30 una valanga di grandi dimensioni si è staccata dal monte Roisetta intorno a quota 2600 metri, travolgendo la guida alpina Simona Hosquet e due clienti impegnati in una discesa di eliski, che si sono salvati azionando l’airbag. Sul posto sono intervenute le squadre del Soccorso alpino valdostano e della guardia di finanza di Cervinia. La valanga aveva un fronte di duecento metri e ha spazzato gli sciatori ...

Continua a leggere